La SEC degli Stati Uniti posticipa al 30 settembre la decisione di approvare un ETF di Bitcoin

La Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti ha rimandato al 30 settembre la decisione di approvare un Exchange-Traded Fund (ETF) di Bitcoin: la notizia è stata rivelata all'interno di un documento recentemente rilasciato dallo stesso organo regolatore.

Il fondo in questione appartiene alla società d'investimento VanEck e alla compagnia di servizi finanziari SolidX, e si prevede che verrà elencato sul Chicago Board of Exchange (CBOE) BZX Equities Exchange. In questi due mesi la SEC dovrà stabilire se accettare o meno la modifica al regolamento proposta dal CBOE, che permetterebbe l'aggiunta del fondo alla piattaforma.

In particolare, l'organo di regolamentazione dovrà approvare o rifiutare la proposta entro 45 giorni, o entro 90 giorni se la SEC riterrà necessario estendere il periodo di riflessione:

"Pertanto la Commission, in conformità della Sezione 19(b)(2) dell'Atto 6, indica il 30 settembre 2018 come la data entro la quale la Commission dovrà approvare o disapprovare, o istituire le procedure per determinare se disapprovare, la modifica alla regolamentazione".

VanEck e SolidX avevano annunciato di voler lanciare un ETF di Bitcoin già a giugno di quest'anno: il valore di ogni azione sul VanEck SolidX Bitcoin Trust sarà di 200.000$. Daniel H. Gallancy, CEO di SolidX, ha spiegato durante un'intervista su CNBC che il prezzo estremamente alto rispecchia l'intenzione del fondo di concentrarsi principalmente sugli investitori istituzionali.

Lo scorso mese, la SEC ha rimandato anche la decisione di approvare l'ETF di Bitcoin della società d'investimento Direxion. 

"La Commission ritiene opportuno designare un periodo più lungo entro il quale emettere un ordine che approvi o rigetti la modifica al regolamento proposta, in modo da avere il tempo sufficiente per considerare tale modifica. [...] Di conseguenza, la Commission [...] designa il 21 settembre 2018 come data entro la quale tale proposta verrà approvata o rigettata."