Visa lancia una rete di pagamento cross-border basata su alcuni aspetti della tecnologia blockchain

Secondo quanto riferito da Reuters, il colosso americano Visa ha lanciato una rete di pagamento cross-border basata parzialmente su blockchain.

Il network, chiamato "Visa B2B Connect", è pensato per facilitare i pagamenti internazionali effettuati dalle istituzioni finanziarie di tutto il mondo, e consente transazioni interbancarie dirette tra imprese e beneficiari.

Secondo il rapporto, la rete copre già 30 canali commerciali in tutto il mondo, per consentire pagamenti transfrontalieri più rapidi e meno costosi, e dovrebbe espandersi a 90 mercati entro la fine del 2019.

Visa B2B Connect contiene alcuni elementi di Hyperledger, la tecnologia DLT open source sviluppata dalla Linux Foundation.

Nel rapporto, il direttore di Visa Business Solutions Kevin Phalen spiega che la soluzione si avvale della capacità della tecnologia blockchain di trasferire un maggior numero di informazioni su un determinato pagamento rispetto a qualsiasi altro sistema esistente.

La nuova rete nasce da una collaborazione con IBM, la società di pagamenti elettronici Bottomline Technologies, e l'azienda fintech FIS. Nella fase di sviluppo iniziale, la società ha inoltre lavorato con il costruttore di ledger crittografici Chain.

Recentemente, Visa ha stretto una partnership con LINE Pay Corporation, l'operatore fintech dell'app di messaggistica giapponese LINE, al fine di sviluppare nuove soluzioni blockchain relative ai pagamenti digitali.