Comunicati Stampa

Young, azienda italiana operante nel settore delle criptovalute, supporterà la distribuzione gratuita del nuovo token Spark (FLR) attraverso i suoi due exchange, Young Platform e Young Platform Pro.

Spark, progetto sviluppato da Flare Networks, è un token che verrà distribuito con il meccanismo dell’airdrop a tutti gli utenti che al 12 dicembre saranno in possesso di XRP, valuta nativa della blockchain Ripple.

Questo airdrop ha riportato grande interesse su XRP e su Ripple: nel solo mese di novembre il termine di ricerca “XRP” su Google ha raggiunto i livelli più alti degli ultimi tre anni, mentre il suo prezzo è quasi triplicato.

Andrea Ferrero, CEO & Co-Founder di Young, ha commentato in merito all'iniziativa:

“Come Young siamo molto orgogliosi di essere al momento l’unico exchange italiano che supporta l’airdrop di Spark e di poter offrire a tutti i possessori di XRP questa grande opportunità”

Flare Network è una nuova rete decentralizzata che ha come obiettivo quello di portare all’interno dell’ecosistema Ripple tutte le potenzialità offerte dagli smart contract.

Flare è la prima blockchain Turing Complete Federated Byzantine Agreement (FBA) ed incorpora al suo interno la macchina virtuale Ethereum. Qualsiasi applicazione esistente su Ethereum potrà quindi essere implementata direttamente su Flare, comprese tutte quelle legate all’universo DeFi (Finanza Decentralizzata).

Da diverse settimane siamo in contatto diretto con il team di Flare, che ci ha supportato attivamente per consentirci di arrivare pronti dal punto di vista tecnico a questo importante evento”, dichiara Samuele Raimondo, CTO & Co-Founder di Young.

Il numero di token Spark (FLR) che gli utenti riceveranno dipenderà da quanti XRP si avranno sui propri account Young al momento dello snapshot, previsto per la notte di sabato 12 dicembre.

Il CTO di Young ha spiegato:

“I depositi e i prelievi di XRP saranno disabilitati nella giornata di venerdì per garantirci di completare tutte le operazioni necessarie. Vi invitiamo a seguire il nostro blog per le informazioni dettagliate e gli aggiornamenti in tempo reale.”

Dopo il successo del lancio del nostro ultimo exchange Young Platform Pro – in continua crescita sia in termini di volumi che di nuovi utenti – molti detentori di XRP ci hanno chiesto di supportare questo airdrop di Spark: abbiamo quindi deciso di sostenerlo per rispondere alla richiesta arrivata direttamente dalla nostra community e per lo sviluppo di tutto l'ecosistema crypto”, dichiara Diego D’Aquilio, CMO & Head of International Expansion.

Questo è un comunicato stampa sponsorizzato Cointelegraph non sostiene, non è responsabile per e non si prendere carico di contenuti, esattezza, qualità, pubblicità, prodotti o altro materiale presente su questa pagina. I lettori sono tenuti ad effettuare le proprie ricerche prima di portare a termine qualsiasi azione relativa alla compagnia. Cointelegraph non può essere tenuto responsabile, direttamente o indirettamente, per qualsivoglia danno o perdita, reale o presunta, causata da, connessa a o dipendente dall’utilizzo di qualunque contenuto, bene o servizio menzionato all’interno dei comunicati stampa.

Notizie correlate

Attività illecite con le criptovalute: fra verità e menzogna

Will Heasman
2019-12-06T14:52:58+00:00

Il prezzo di XRP rimane immobile nonostante l’imminente airdrop di Flare Network

Shiraz Jagati
2020-12-15T14:38:03+00:00

Ripple spera che l'amministrazione Biden introduca una regolamentazione più favorevole alle crypto

Turner Wright
2021-01-20T11:21:19+00:00

Lanciato ufficialmente il Bitcoin sintetico di BadgerDAO, DIGG

Andrew Thurman
2021-01-23T12:14:30+00:00

Ripple è stata la società crypto che ha speso di più in lobbying nel 2020

Kollen Post
2021-01-26T14:11:03+00:00

Avviata una bizzarra class-action contro Ripple: la somma contesa? 48$!

Joshua Mapperson
2021-01-28T10:31:50+00:00

Seguici su Twitter