Round da 20 mln di dollari per la società blockchain Symbiont, Nasdaq e Citigroup tra gli investitori

Secondo quanto riferito da Bloomberg il 23 gennaio, Citigroup e Nasdaq avrebbero investito un totale di 20 milioni di dollari in Symbiont.io Inc, insieme alla banca d'affari di Mike Novogratz Galaxy Digital Holdings.

Assembly, la piattaforma di Symbiont basata su blockchain e smart contract, verrà utilizzata nei mercati dei capitali. La soluzione consente agli istituti finanziari di condividere e verificare i dati, e utilizza i contratti intelligenti per accelerare i tempi di liquidazione dei prestiti sindacati e semplificare i mercati delle obbligazioni ipotecarie.

Secondo Bloomberg, Symbiont utilizzerà i fondi per lavorare su private equity, mutui, gestione dei dati e prestiti sindacati. Il Nasdaq esaminerà inoltre nuove opportunità per utilizzare Assembly con i clienti che desiderano tokenizzare degli asset o utilizzarne il sistema di smart contract.

Durante un'intervista, l'amministratore delegato di Symbiont Mark Smith ha dichiarato che il settore delle blockchain e delle criptovalute sta maturando:

"Stiamo entrando in una fase molto più realistica, in cui le persone guardano questa tecnologia e pensano seriamente dove ha senso applicarla e dove invece no. Stiamo lasciando il picco della fase di "hype" e stiamo entrando in quella della disillusione, specialmente per le persone che hanno applicato in modo inappropriato questa tecnologia sperando che sarebbe diventata una panacea per risolvere tutti i loro mali."

Nel novembre 2018, un rapporto di Forrester Research ha rilevato che alcune aziende hanno smesso di utilizzare il termine "blockchain" perché lo ritenevano troppo pubblicizzato. Gli analisti hanno osservato che le aziende tendono a rimuovere la parola "blockchain" in favore di "tecnologia a ledger distribuito" (DLT).

Secondo il MIT Technology Review, nel 2019 la tecnologia sarà meno pubblicizzata e più "normalizzata". Il rapporto sostiene che, quest'anno, "molti progetti potenzialmente innovativi sono ancora vivi e vegeti, e stanno per dare i propri frutti". Molte grandi aziende pianificano infatti il lancio di iniziative basate su blockchain nei prossimi mesi: il 2019 viene pertanto descritto come l'anno "nel quale la blockchain diverrà finalmente una tecnologia ordinaria".

Mentre gli investimenti da Nasdaq e Citigroup mostrano che alcuni importanti attori istituzionali sono ancora interessati all'industria blockchain, un altro recente rapporto di Bloomberg sostiene che Wall Street abbia rinviato la sua entrata nel settore a causa del drastico crollo dei prezzi registrato negli ultimi mesi.