Legislatori USA ancora preoccupati per Libra, nonostante la visita in Svizzera

Dopo l'incontro in Svizzera con i regolatori finanziari del Paese, i legislatori statunitensi sono ancora preoccupati per Libra, il progetto crypto proposto da Facebook.

Incontri con diverse agenzie

Secondo una dichiarazione ufficiale della rappresentante Maxine Waters, i membri del Comitato dei Servizi Finanziari della Camera dei Rappresentanti avrebbero incontrato diversi organi di regolamentazione e legislatori. Tra questi, ci sarebbero anche il Segretariato di Stato per le questioni finanziarie internazionali, l'incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza e l'Autorità di vigilanza sui mercati finanziari.

Come annunciato all'inizio di questo mese, i rappresentanti hanno l'obiettivo di chiarire come le autorità svizzere avrebbero intenzione di regolare Libra, e di ricevere maggiori dettagli sullo stato e l'entità del progetto. Pur definendo utili gli incontri, Waters ha dichiarato:

"Pur apprezzando il tempo a noi dedicato dai funzionari del governo svizzero, siamo ancora preoccupati di permettere a una grande azienda tecnologica di creare una valuta globale alternativa e controllata privatamente."

Durante una serie di udienze congressuali a metà luglio, David Marcus, vicepresidente dei prodotti di messaggistica di Facebook e co-creatore di Libra, ha affermato che quella svizzera si è rivelata un'ottima regolamentazione per il progetto.

Tuttavia, molti legislatori statunitensi si sono dimostrati preoccupati per il fatto che Facebook avrebbe ubicato il progetto in Svizzera in modo da evitare i controlli dei regolatori USA.

Ulteriori indagini

Questa settimana, Waters ha dichiarato che il Congresso continuerà ad indagare su Libra, e che il Comitato dei Servizi Finanziari prevede una nuova revisione del progetto nella prossima sessione legislativa.

Le critiche di Waters a Libra sono basate soprattutto sul comportamento passato di Facebook in materia di privacy e dati degli utenti, affermando che l'azienda "ha dimostrato più volte di non riuscire a mantenere privati i dati dei consumatori, in modo simile a Equifax.”

Dopo l'introduzione del white paper di Libra da parte di Facebook, Waters ha richiesto all'azienda di interromperne lo sviluppo in modo da consentire alle autorità di studiare il progetto e il suo possibile effetto sull'economia e sulla politica monetaria degli Stati Uniti. Perciò, Marcus ha affermato che il colosso dei social media si impegnerà a ritardare il lancio della stablecoin fino a quando le preoccupazioni della Federal Reserve e degli altri regolatori non saranno state risolte.