Il Ministro delle Finanze austriaco vorrebbe regolamentazioni paneuropee per criptovalute

Stando a quanto riportato da Bloomberg venerdì 23 febbraio, il Ministro delle Finanze austriaco Hartwig Löger vorrebbe basare le regolamentazioni per criptovalute sulle normative già in vigore per lo scambio di oro e derivati, così da prevenire attività di riciclaggio di denaro.

Secondo la piattaforma d'informazione locale Vienna.at, nella giornata di ieri Löger avrebbe infatti discusso con il Ministro delle Finanze portoghese Mario Centeno riguardo al proprio piano di una regolamentazione paneuropea per l'industria delle criptovalute.

Durante l'incontro con Centeno, Löger ha inoltre affermato che la Commissione Europea di Bruxelles dovrebbe formare a marzo di quest'anno uno speciale gruppo di lavoro, che si occuperebbe di analizzare le proposte dei paesi dell'Unione riguardo le normative sulle criptovalute.

"Il caso in Austria è stato abbastanza per portarmi ad intervenire in quest'area", ha dichiarato Löger riferendosi a Optioment, schema piramidale basato su Bitcoin (BTC) svelato di recente.

Löger ha anche proposto l'idea di fondare uno speciale Consiglio di Regolamentazione Fintech, dove esperti di criptovalute potrebbero esaminare come le normative interagiscono con le istituzioni europee già esistenti.

Secondo Bloomberg, Löger ha affermato in una dichiarazione:

“Le criptovalute diventano sempre più preponderanti nella lotta al riciclaggio di denaro e al finanziamento del terrorismo. È un importante aspetto delle nostre proposte. Abbiamo bisogno di maggiore fiducia e sicurezza."

Secondo il piano di Löger, gli investigatori segnalerebbero ogni scambio superiore ai 12.300$ all'unità di intelligence finanziaria; le piattaforme di trading verrebbero inoltre supervisionate dalla Austrian Financial Market Authority (FMA).

Infine, le Initial Coin Offerings (ICO) si baserebbero su "prospetti digitali" approvati dalla stessa FMA; le regolamentazioni per combattere manipolazioni di mercato e insider trading si applicherebbero anche alle ICO, proprio come già succede con share e bond offering.

In un comunicato stampa del 23 febbraio, Helmut Ettl e Klaus Kumpfmüller del comitato della FMA scrivono di "essere favorevoli all'idea proposta dal Ministro delle Finanze Hartwig Löger riguardo alla regolamentazione di criptovalute come il Bitcoin."

"Poiché le monete digitali sono fondamentalmente un fenomeno della rete e vengono offerte digitalmente senza alcun limite, regolamentazione e sorveglianza internazionale sono di fondamentale importanza. Pertanto supportiamo pienamente l'idea di affrontare questi problemi a livello europeo."

La FMA ha inoltre dichiarato di supportare la proposta di Löger riguardo alla fondazione di un Consiglio di Regolamentazione Fintech.

A febbraio di quest'anno, gli enti regolatori dell'Unione Europea hanno rilasciato una serie di avvertenze per i consumatori, mettendoli in guardia dai potenziali rischi dell'industria dalle "bolle di prezzo" tipiche delle criptovalute.