Binance migliorerà le sue misure antifrode grazie ad una partnership con Chainalysis

La società di ricerca Chainalysis ha stretto una partnership con l'exchange Binance per migliorare il rilevamento delle transazioni sospette. Lo ha annunciato la società in un comunicato stampa pubblicato mercoledì 17 ottobre.

Binance, che attualmente è il primo exchange di criptovalute al mondo per volume di transazioni, continua ad espandersi in vari mercati internazionali, e deve quindi rispettare le regole anti-riciclaggio (AML) e know-your-customer (KYC) di ciascuna giurisdizione.

Chainalysis faciliterà questo processo, afferma l'azienda, attraverso un monitoraggio in tempo reale capace di tracciare la provenienza di ogni transazione effettuata sulla piattaforma di Binance.

La soluzione, nota come know-your-transaction (KYT), è stata lanciata per la prima volta ad aprile.

"Le aziende che operano nel settore delle criptovalute, indipendentemente dalla loro dimensione, si trovano tutte di fronte alla stessa sfida: guadagnarsi la fiducia dei regolatori, delle istituzioni finanziarie e degli utenti", ha commentato Jonathan Levin, cofondatore e direttore operativo di Chainalysis nel comunicato stampa, aggiungendo:

"Ci aspettiamo che molti seguano l'esempio di Binance e costruiscano programmi di conformità alle norme AML globali per soddisfare le autorità di regolamentazione di tutto il mondo e costruire trust con le principali istituzioni finanziarie".

Nel 2018, varie piattaforme di exchange ben note, tra cui l'ecosistema P2P Localbitcoin, hanno introdotto ulteriori misure di conformità, alcune delle quali hanno colpito quella parte di utenti che nelle criptovalute dà particolare importanza all'anonimato. Inoltre, a settembre, il servizio di mixing ShapeShift ha introdotto un programma membri che diventerà gradualmente obbligatorio e richiederà che gli utenti forniscano le loro informazioni personali "di base".

Nello spiegare i dettagli della propria implementazione delle regole AML e KYC, Binance ha sottointeso che tali misure siano necessarie per consentire l'espansione dell'azienda.

"La nostra idea è quella di fornire l'infrastruttura per un ecosistema blockchain e aumentare la libertà di denaro a livello globale, conformandoci a tutti i framework normativi dei paesi che intendiamo servire", ha dichiarato il CFO di Binance Wei Zhou.