Binance combatte la disinformazione con il lancio di una nuova piattaforma educativa multilingue

Il popolare exchange di criptovalute Binance ha lanciato una raccolta di contenuti educativi, contenente quasi 500 articoli, allo scopo di combattere informazioni "errate" o "ingannevoli". Inizialmente il progetto supporterà quindici lingue, fra le quali anche l'italiano.

Lo sviluppo e il lancio dell'iniziativa è il frutto del lavoro di Binance Academy, una nuova divisione della compagnia dedicata all'educazione della comunità.

"Le informazioni errate si diffondono molto velocemente. Le persone citano spesso articoli inesatti o ingannevoli", ha spiegato Ted Lin, Chief Growth Officer di Binance. Lin ha poi affermato:

"Con Binance Academy, il nostro obiettivo è offrire una piattaforma assolutamente neutrale, contenente informazioni di qualità, educative e imparziali."

Nonostante la compagnia non abbia indicato in maniera dettagliata quali saranno gli argomenti trattati, la piattaforma conterrà informazioni su blockchain, economia e sicurezza, nonché "utili tutorial e guide".

Il lancio di una simile risorsa risulta particolarmente utile soprattutto in questo periodo, quando anche l'identità stessa del Bitcoin viene spesso messa in discussione. Dopo i disordini causati lo scorso mese dalla hard fork di Bitcoin Cash (BCH), i sostenitori della criptovaluta, come il portale d'informazione Bitcoin.com, continuano ad affermare che BCH sia "il vero Bitcoin": una prospettiva spesso criticata dalla comunità.

Anche altre istituzioni operanti nel settore delle criptovalute, e in alcuni casi totalmente esterne all'industria, hanno recentemente messo a punto piattaforme educative. Ad esempio, ad ottobre il governo di Gibilterra ha sviluppato dei corsi di formazione per la blockchain.

A settembre, anche la start-up ConsenSys ha stretto una collaborazione con la piattaforma d'apprendimento Coursera e svariati professori della Oxford University per offrire corsi sulla tecnologia blockchain.