Bitcoin, Ethereum, Bitcoin Cash, Ripple, Stellar, Litecoin, Cardano, IOTA, EOS: Analisi dei prezzi, 15 maggio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Dopo il lancio dei future sui Bitcoin a dicembre dello scorso anno, CME ha rivelato due nuovi indici per il tracciamento del prezzi di Ethereum. La comunità ipotizza che l'azienda abbia intenzione di lanciare future anche per questa criptovaluta, ma al momento CME ha negato di voler supportare un nuovo prodotto.

I future su Ethereum offrirebbero agli enti istituzionali l'opportunità di diversificare il proprio trading nel mercato delle criptovalute.

Lo sviluppatore Kx Systems ha inoltre abilitato il trading di criptovalute all'interno della propria piattaforma di scambio Forex. Oggigiorno l'azienda collabora con alcune importanti banche e fondi d'investimento. Nasdaq ha invece condiviso la propria tecnologia con DX, un nuovo exchange centralizzato di criptovalute, che permetterà il trading delle sei monete principali.

Il palco è quasi pronto per l'ingresso degli enti istituzionali. Sarebbe saggio quindi per gli investitori acquistare e aspettare? Crediamo che le grosse istituzioni proveranno prima a spingere i prezzi verso il basso, accumulando risorse ai livelli inferiori per poi far impennare i prezzi. Consigliamo pertanto ai nostri lettori di frazionare i propri acquisti piuttosto che comprare tutto in una volta.

Diamo un'occhiata ai grafici, alla ricerca di buone configurazioni d'acquisto.

BTC/USD

Da tre giorni a questa parte, il Bitcoin ha trovato supporto alla SMA a 50 giorni. I rialzisti difenderanno con forza l'area di supporto compresa tra 7.900$ e 8.400$: se questa dovesse infrangersi, il valore della criptovaluta potrebbe scivolare fino a 7.000$.

Se invece il supporto dovesse reggere, la criptovaluta rimarrebbe range bound tra 7.900$ e 10.000$.

BTC/USD

Recentemente la SMA a 50 giorni è divenuta piatta, mentre la EMA a 20 giorni si è appiattita già la scorsa settimana. Questo mostra che la coppia BTC/USD entrerà presto in un periodo di consolidamento.

Sappiamo che la resistenza del range si trova a 10.000$, ma il supporto non è ancora chiaro: sarà a 7.900$, oppure a 6.700$.

Suggeriamo pertanto di attendere qualche giorno prima di effettuare scambi con questa criptovaluta.

ETH/USD

Dopo il crollo di Ethereum sotto la EMA a 20 giorni, in data 14 maggio la criptovaluta è stata acquistata in maniera aggressiva, portando ad un movimento al di sopra della resistenza superiore a 745$.

ETH/USD

Al momento, la coppia ETH/USD sembra parecchio forte, mantenendo senza problemi i livello sopra i 700$. Questo aumenta le possibilità di un nuovo breakout da quota 745$.

I trader più aggressivi possono aprire posizioni a breve termine sopra i 750$, mantenendo uno stop loss non troppo lontano. Il target è di 838$, ma si tratta di un trade estremamente rischioso: consigliamo pertanto di tentare con solo il 30% delle posizioni solite.

In basso, i supporti critici si trovano a 637$, 600$ e alla SMA a 50 giorni, a quota 570$.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha subito un rimbalzo dai minimi raggiunti in data 12 maggio, ma fa ancora fatica a rimanere sopra la EMA a 20 giorni e a superare la piccola downtrend line.

BCH/USD

La coppia BCH/USD potrebbe formare un breve pattern "head and shoulders", che si completerebbe con un breakdown ed una chiusura a quota 1.270$. Questo pattern ribassista ha un target di 650$, ma difficilmente assisteremo ad un crollo diretto, in quanto la criptovaluta possiede forti supporti prima a 1.221$, successivamente alla SMA a 50 giorni a 1.100$, ed infine a 800$.

Se la neckline del pattern H&S non dovesse far diminuire i prezzi, ma al contrario dovesse spingerli verso quota 1.620$, Bitcoin Cash potrebbe subire un'impennata fino a 1.800$. I trader dovrebbero attendere una chiusura al di sopra della downtrend line prima di procedere con l'acquisto.

XRP/USD

Ripple è sceso sotto la SMA a 50 giorni in data 11 maggio, ma ha trovato un forte supporto a quota 0.632 il giorno successivo. Ora la criptovaluta è tornata nuovamente sopra la SMA a 50 giorni.

XRP/USD

Nel caso in cui i movimenti verso l'alto dovessero continuare, la criptovaluta incontrerà una forte resistenza a 0,76$, il precedente supporto del range. La EMA a 20 giorni si trova appena sopra tale livello, rappresentando anch'essa una resistenza.

Se entrambi questi livelli venissero superati, la coppia XRP/USD diverrebbe positiva, incrementando le possibilità di un'impennata verso quota 0,9377$.

Ma se i rialzisti non riuscissero a superare tali resistenze, la criptovaluta potrebbe scivolare verso 0,56$-0,58$.

XLM/USD

In data 12 maggio, Stellar ha subito un rimbalzo dalla SMA a 50 giorni, ma il pullback ha incontrato una resistenza alla EMA a 20 giorni. Se i rialzisti riuscissero a superare questo livello, un'impennata fino a quota 0,45$ diverrebbe possibile.

XLM/USD

Se la coppia XLM/USD dovesse scendere al di sotto della media mobile, trovando tuttavia supporto a 0,334$, si tratterebbe di un segnale positivo: in questo caso possiamo aspettarci un breakout dalla EMA a 20 giorni entro qualche giorno.

Tuttavia, in caso di breakdown dalla SMA a 50 giorni, aumenterebbero le possibilità di un pattern "head and shoulders", che potrebbe spingere la criptovaluta verso quota 0,20$. Consigliamo pertanto ai trader di attendere prima di aprire posizioni long.

LTC/USD

In data 11 maggio il Litecoin è sceso sotto la SMA a 50 giorni e al supporto orizzontale, ma si è subito ripreso il giorno successivo. Al momento i rialzisti stanno tentando di superare quota 141$, un segnale positivo.

LTC/USD

Qualsiasi movimento verso l'alto da parte della coppia LTC/USD incontrerebbe una resistenza ai livelli compresi tra 167$ e 173$. La SMA a 50 giorni non si è ancora rialzata, e anche la EMA a 20 giorni sta per diventare negativa. Non ci aspettiamo pertanto un breakout al di sopra della downtrend line.

In basso, un calo sotto i 132,16$ aprirebbe la strada verso quota 115$. Poiché non troviamo alcuna configurazione d'acquisto, sconsigliamo il trading di questa criptovaluta.

ADA/BTC

Il 12 maggio Cardano è sprofondato sotto il nostro secondo stop loss, ma ha trovato supporto alla SMA a 50 giorni e alla trendline. I conseguenti movimenti verso l'alto incontreranno una resistenza attorno alla EMA a 20 giorni. Al momento i prezzi stanno nuovamente scivolando verso il supporto alla trendline.

ADA/BTC

Se la coppia ADA/BTC dovesse scendere sotto il supporto della trendline, i prezzi potrebbero scivolare fino a quota 0,000025. D'altra parte, se la trendline dovesse invece reggere, Cardano tenterà nuovamente di superare il livello a 0,000034.

Al momento non troviamo alcuna configurazione d'acquisto affidabile, pertanto sconsigliamo il trading di questa criptovaluta.

IOTA/USD

IOTA si trova al momento schiacciata tra la EMA a 20 giorni e la SMA a 50 giorni. I rialzisti difendono il supporto orizzontale a 1,63$, mentre i ribassisti difendono la EMA a 20 giorni.

IOTA/USD

Se la coppia IOTA/USD dovesse superare la EMA a 20 giorni e la resistenza superiore a 2,2117$, la criptovaluta diverrebbe positiva. È inoltre presente una resistenza minore a 2,6977$: in caso di chiusura sopra quota 2,2117$, è probabile che anche questo livello venga superato.

Attenderemo il breakout prima di consigliare posizioni long per questa moneta.

EOS/USD

In data 12 maggio, EOS ha subito un rimbalzo dal ritracciamento Fibonacci 61,8% e dalla trendline inferiore del canale discendente. Negli ultimi tre giorni la criptovaluta sta tentando di superare una resistenza a quota 15,1390$.

EOS/USD

In alto, la coppia EOS/USD incontrerà una resistenza alla EMA a 20 giorni e alla trendline superiore del canale discendente. Un breakout ed una chiusura al di sopra del canale rappresenterebbe un segnale positivo: il questo caso è possibile procedere con l'acquisto, mantenendo uno stop loss appena sotto i minimi del 12 maggio.

Se i prezzi non dovessero tuttavia riuscire a superare la resistenza superiore, potremmo assistere ad un declino fino alla SMA a 50 giorni. Un movimento prolungato sotto quota 12,4870$ indebolirebbe la criptovaluta.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC . I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.