Kx Systems, piattaforma Forex utilizzata da Goldman Sachs e Morgan Stanley, aggiunge il trading di criptovalute

Lo sviluppatore Kx Systems ha recentemente implementato il trading di criptovalute su Kx for Flow, la propria piattaforma white label per lo scambio di Forex. A partire da oggi, i clienti di Kx for Flow potranno infatti scambiare Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC) e Ripple (XRP).

Kx Systems è un fornitore statunitense di software: tra i clienti della compagnia troviamo veri e propri colossi dell'industria bancaria come Goldman Sachs e Morgan Stanley, nonché il fondo d'investimento GSA Capital Partners. Kx Systems ha inoltre commercializzato i linguaggi proprietari di elaborazione K e Q.

Kx for Flow, piattaforma per lo scambio di Forex basata su HTML5, permette agli utenti di creare fondi di liquidità e pubblicare informazioni sui prezzi ai mercati e ai clienti. La piattaforma gestisce fonti di liquidità come banche, forward non trasferibili, metalli preziosi, contratti per differenza ed ora anche criptovalute.

Secondo Rich Kiel, Head of FX Solutions di Kx, l'avvicinamento della compagnia al settore delle criptovalute è stato spinto dalle innumerevoli richieste da parte dei clienti:

“Come qualsiasi altro fornitore di tecnologie per il trading, siamo stati inondati di interesse per le criptovalute. [...] L'interesse da parte delle società di servizi finanziari di entrare nel mercato delle criptovalute è in continua crescita, pertanto offriamo questa soluzione per andare incontro alle necessità correnti e future dei nostri clienti".

Il commento di Kiel rispecchia quanto dichiarato da Rana Yared, direttrice di Goldman Sachs: l'interesse dei clienti è stato infatti il motivo principale che ha spinto la compagnia ad introdurre contratti con Bitcoin. "Voglio possedere Bitcoin o future di Bitcoin, perché penso si tratti di una riserva alternativa di valore", continuavano a ripetere i clienti della banca.