Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, TRON: Analisi dei prezzi, 3 agosto

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

La capitalizzazione complessiva di mercato si è ridotta dai 300 mld di dollari del 27 luglio ai 266 mld attuali. Oscillazioni dei prezzi così mercate sono un fenomeno comune nel mercato delle criptovalute. Tuttavia, la banca d'investimento UBS crede che l'instabilità rappresenti un grosso ostacolo al fatto che il Bitcoin sia considerato come denaro.

Robert Sluymer, responsabile della strategia tecnica di Fundstrat, ha dichiarato alla CNBC che se il Bitcoin non riesce a mantenere il valore di 7.400$, è possibile che si verifichi una correzione più profonda, a circa 6.000$.

A causa della natura altamente volatile delle criptovalute, utilizzare la cosiddetta "leva finanziaria" può essere pericoloso. Un trader di future sull'exchange di criptovalute OKEx l'ha scoperto nel peggiore dei modi, quando le sue posizioni long hanno comportato una perdita enorme, che ora dovrà essere parzialmente compensata dalle controparti.

Pertanto, consigliamo sempre ai nostri lettori di adottare posizioni più contenute quando acquistano vicino ai minimi in caso di un eventuale inversione di trend, in modo da limitare le perdite. Posizioni più ampie possono essere aperte quando i mercati sono invece in una fase rialzista.

Diamo un'occhiata ai grafici e cerchiamo di intuire l'andamento dei prossimi giorni.

BTC/USD

Oggi il Bitcoin è sceso ad un minimo giornaliero di 7.288,97, attivando il nostro stop loss a 7.400$. I rialzisti hanno difeso il supporto a 7.250$ impedendo al prezzo di scendere al di sotto della linea di downtrend del triangolo discendente, il che è un segnale positivo.

BTC/USD

Attualmente, l'EMA a 20 giorni è piatta e la SMA a 50 giorni sta crescendo. Esiste la possibilità che la criptovaluta venga scambiata all'interno di un canale discendente per alcuni giorni per poi virare verso l'alto. In tal caso, possiamo aspettarci che la coppia BTC/USD salga a circa 9.600$ - 10.000$, dopo aver superato gli 8.566,4$.

Man mano che il prezzo comincia a superare i 7.750$, le probabilità di un breakout dal canale aumentano. I trader possono acquistare in caso di chiusura al di sopra del canale, mantenendo 7.200$ come stop loss.

Al contrario, se i ribassisti dovessero affossare la coppia sotto i 7.250$, il prossimo supporto potrebbe essere rappresentato dalla SMA a 50 giorni, al di sotto della quale potrebbe però verificarsi un retest della soglia dei 6.000$.

Al momento non abbiamo individuato alcun trade vantaggioso.

ETH/USD

Ethereum è scesa al di sotto del supporto di 404,99$, toccando il minimo di 397,84$. Ciò ha attivato il nostro stop loss a 400$.

ETH/USD

I rialzisti hanno riportato il prezzo nel range 404,99$ — 496,36$. È una buona notizia, dato che indica che il breakdown non ha causato il panic selling tra i trader.

Se la coppia ETH/USD si manterrà sopra i 405$ per un paio di giorni, potrà raggiungere gradualmente anche quota 500$.

D'altro canto, se i rialzisti porteranno i prezzi sotto i 400$ per qualche giorno, è probabile che si verifichi un calo a 358$. Nei prossimi due giorni sarà possibile capire più facilmente in quale direzione si muoverà la criptovaluta.

XRP/USD

Ripple è rimasta bloccata nell'ampio intervallo 0,51978$ - 0,4242$ dal 23 giugno, e in un range ristretto compreso tra 0,4242$ - 0,46898$ dal 21 luglio. Negli ultimi tre giorni, i rialzisti hanno difeso quota 0,4242$.

XRP/USD

Un eventuale breakdown da questo range ha come primo target 0,37942$, e successivamente 0,32962$.

Se la coppia XRP/USD supererà quota 0,47$, potrebbe raggiungere il margine superiore dell'intervallo, 0,52$. Tuttavia, finché il prezzo rimane all'interno del range, è difficile predire quale direzione prenderà.

Pertanto, consigliamo di attendere un breakout sopra 0,56270$ prima di aprire eventuali posizioni long.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha difficoltà a mantenere i livelli raggiunti dopo il rimbalzo dal fondo del range. Attualmente, il prezzo è sceso in prossimità della trendline, a quota 710$. Se questo supporto dovesse infrangersi, è probabile che si verifichi un nuovo test della zona di supporto 619,751$ - 657,8$.

BCH/USD

Se i rialzisti riusciranno a difendere la trendline, potrà verificarsi un piccolo rimbalzo, che dovrà però fare i conti la resistenza della linea di downtrend.

Finché la coppia BCH/USD rimane sopra 620$, riteniamo che si stia formando un bottom. I trader dovrebbero attendere un breakout da questa formazione prima di aprire delle posizioni.

EOS/USD

Negli ultimi due giorni, EOS è rimasta sul margine inferiore del range. Un breakdown da questo livello potrebbe far crollare la criptovaluta a 5,1$ e successivamente a 4,3396$.

EOS/USD

Se i rialzisti difenderanno il fondo dell'intervallo, la coppia EOS/USD potrebbe consolidarsi per qualche altro giorno all'interno del range 6,8926$ - 9,4456$.

Sebbene acquistare vicino all'estremo inferiore dell'intervallo per poi rivendere in prossimità del margine superiore sia una buona strategia, non consigliamo di farlo perché entrambe le medie mobili stanno calando. Se le medie mobili fossero rimaste piatte, magari avremmo provato ad aprire delle posizioni long.

LTC/USD

Litecoin è vicina al supporto critico di 74.074$. I rialzisti difendono tale livello dal 24 giugno. Di conseguenza, una sua rottura sarà un evento significativo, che può comportare un crollo a 57$.

LTC/USD

Se i rialzisti difenderanno ancora una volta quota 74$, la coppia LTC/USD continuerà a rimanere all'interno dell'intervallo, tentando di raggiungerne il margine superiore, 91,146$.

Il calo delle medie mobili indica però che i venditori sono al comando, ed è quindi più probabile che il supporto finisca per infrangersi.

Prima di intraprendere dei trade, meglio aspettare che questa fase di declino finisca.

ADA/USD

Dopo essere scesa al di sotto del pattern a triangolo discendente, Cardano ha continuato il suo viaggio verso la parte bassa del grafico.

ADA/USD

Attualmente sta cercando di trovare supporto a 0,1219$. In caso di successo, potrebbe tornare sopra quota 0,13$.

Se i rialzisti trascineranno la coppia ADA/USD sotto 0,12$, essa potrebbe scivolare ulteriormente a 0,111843$. Consigliamo di aspettare che si verifichino i primi acquisti prima di provare ad aprire delle posizioni long.

XLM/USD

Stellar è scesa sotto quota 0,2544$, e sta trovando un po' di supporto in prossimità della SMA a 50 giorni. Se i ribassisti dovessero infrangere anche questa soglia, la caduta potrebbe estendersi fino al margine inferiore del range, 0,184$.

XLM/USD

Se invece i rialzisti riusciranno a difendere la SMA a 50 giorni e a far rimbalzare la valuta digitale al di sopra degli 0,2544$, la coppia XLM/USD potrebbe rimanere range bound per qualche giorno. Entrambe le medie mobili sono piatte, il che fa pensare ad una possibile consolidazione.

Aspetteremo che il range venga definito meglio per poi tentare di acquistare vicino al suo bottom.

IOTA/USD

IOTA è scesa al di sotto del supporto a quota 0,9150$, completando così il pattern a triangolo discendente. I nostri stop sulle posizioni rimanenti si sono attivati il 2 agosto, dato che i prezzi sono scesi sotto il minimo del 29 giugno di 0,8851$.

IOTA/USD

Oggi la coppia IOTA/USD è arrivata a quota 0,7735$, dove sono cominciati ad emergere gli acquisti. Attualmente, i rialzisti stanno tentando di riportare i prezzi a 0,9150$. In caso di successo, la valuta digitale potrebbe raggiungere l'EMA a 20 giorni, per poi finire vicino alla linea di downtrend.

Se invece ci sarà troppa resistenza o all'EMA a 20 giorni, o a livello della linea di downtrend, la valuta virtuale potrebbe scendere al prossimo supporto di 0,666$, o ancora più in basso a 0,5721$. Prima di considerare dei trade, dovremmo attendere che il prezzo superi la linea di downtrend.

TRX/USD

Tron è scesa sotto il supporto critico a 0,03275$ l'1 luglio, dopo averlo difeso per più di un mese. Ora si sta muovendo verso il prossimo supporto, che si trova a 0,28$.

TRX/USD

Se anche questo dovesse infrangersi, la prossima fermata sarà il supporto a lungo termine di 0,022806$, che dovrebbe reggere.

Ora, qualsiasi tentativo di recupero dovrà affrontare parecchia resistenza a 0,03275$. Prima di proporre dei trade, dovremo attendere che la coppia TRX/USD smetta di scendere e formi una configurazione di acquisto favorevole.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.