Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, IOTA, TRX: Analisi dei prezzi, 29 giugno

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

 

A gennaio di quest'anno, la capitalizzazione complessiva di mercato aveva superato 832 miliardi di dollari. Al momento della stesura di questo articolo, la capitalizzazione è invece di appena 234 miliardi, evidenziando il terribile collasso subito da questo settore.

Un crollo del genere potrebbe spaventare anche il più paziente degli investitori, ma i grossi profitti si ottengono andando contro il pensiero delle masse al momento giusto. Crediamo che le criptovalute possano offrire questo genere di opportunità.

Non è possibile trovare il fondo in un giorno. Sarebbe pertanto consigliabile investire gradualmente, tentando di mantenere i livelli d'acquisto quanto più vicini possibile ai minimi.

Ran Neu-Ner, fondatore di OnChain Capital, crede che il Bitcoin potrebbe testare quota 5.350$ entro le prossime due settimane, ma si è comunque dichiarato ottimista per quanto riguarda il quadro a lungo termine.

Robert Sluymer, analista di Fundstrat, pensa invece che un'impennata sopra i 6.300$ potrebbe invertire il trend della criptovaluta. Raggiungere tuttavia un valore di 25.000$, come previsto dal collega Tom Lee, sarà un traguardo difficile da raggiungere.

Il ribasso è finalmente arrivato al termine? Cosa mostrano i grafici? Scopriamolo!

BTC/USD

In data 28 giugno, i ribassisti sono riusciti a spingere i prezzi sotto quota 6.000$. Normalmente un breakdown da un livello tanto critico dovrebbe spingere molti investitori alla vendita, ma questo non è accaduto. Ora il Bitcoin sta tentando di tornare nuovamente sopra i 6.000$.

BTC/USD

Quando la coppia BTC/USD riuscirà a superare quota 6.000$, è probabile che la criptovaluta incontrerà una forte resistenza alla EMA a 20 giorni.

La nostra opinione diverrà positiva soltanto al superamento della resistenza orizzontale a 6877.36$. Nella nostra precedente analisi, avevamo infatti consigliato l'apertura di posizioni long una volta raggiunti i 6.900$: manterremo il medesimo suggerimento anche per il fine-settimana.

ETH/USD

Ethereum continua a scivolare gradualmente verso il prossimo supporto a 358$. Il tentativo di pullback del 27 giugno ha incontrato una forte resistenza a 450$, un livello che in passato faceva da supporto.

ETH/USD

Ci aspettiamo una solida difesa del supporto critico a 358$. La coppia ETH/USD otterrà forza soltanto una volta superata la downtrend line.

Se i ribassisti riusciranno a spingere i prezzi sotto quota 358$, potremmo assistere ad un calo fino al prossimo supporto, a 275$. Attenderemo la formazione di nuove configurazioni d'acquisto prima di suggerire l'apertura di posizioni long.

XRP/USD

Dopo la breve tregua del 27 giugno, il giorno successivo il valore di Ripple è sceso sotto il supporto critico a 0,45351$. Questo mostra una mancanza di desiderio d'acquisto anche a livelli tanto bassi.

XRP/USD

Il prossimo supporto per la coppia XRP/USD si trova molto più in basso, a 0,24$. La nostra visione negativa verrebbe invalidata solo nel caso in cui i rialzisti riuscissero a spingere nuovamente i prezzi sopra quota 0,56270$.

Attenderemo la formazione di nuove configurazioni d'acquisto prima di proporre lo scambio di questa moneta.

BCH/USD

Bitcoin Cash sta scivolando verso il prossimo supporto a 620$, dove potrebbe emergere un nuovo desiderio d'acquisto. Tuttavia, se tale livello non dovesse reggere, il declino potrebbe estendersi fino ad un supporto ancora inferiore, a quota 537,8221$.

BCH/USD

L'RSI mostra che la criptovaluta è stata venduta in maniera eccessiva, ma entrambe le medie mobili sono fortemente in calo. Nel complesso si tratta di un trend ribassista.

La coppia BCH/USD otterrà una slancio soltanto una volta superata la EMA a 20 giorni. Fino ad allora, consigliamo di rimanere in disparte e attendere.

EOS/USD

Nonostante i rialzisti non siano riusciti a superare la seconda downtrend line, il minimo del 24 giugno a 6,8926$ è stato difeso con successo. Un breakdown da tale livello estenderebbe il declino di EOS fino al prossimo supporto, a quota 5,9610$.

EOS/USD

Nonostante entrambe le medie mobili siano in calo e la criptovaluta non sia riuscita a rimanere sopra il ritracciamento 78,6% della recente impennata, la nostra opinione sulla coppia EOS/USD rimane positiva, in quanto i prezzi si trovano ancora sopra i minimi di aprile.

Cercheremo nuove opportunità d'acquisto al superamento della EMA a 20 giorni e della downtrend line.

LTC/USD

Il tentativo di pullback in data 27 giugno non ha trovato acquirenti ai livelli più alti: il Litecoin non è nemmeno riuscito a raggiungere la downtrend line. Il pullback non è stato ottenuto nonostante i livelli estremamente bassi dell'RSI, un chiaro segno di debolezza.

LTC/USD

Successivamente i ribassisti riusciti a spingere il prezzo sotto i 75$: il declino potrebbe estendersi fino al prossimo supporto, a 67$.

In alto, qualsiasi tentativo di rialzo incontrerebbe una forte resistenza alla downtrend line, alla EMA a 20 giorni e a quota 107,102$. Attenderemo la formazione di nuove configurazioni d'acquisto per la coppia LTC/USD prima di consigliarne lo scambio.

ADA/USD

Cardano non riesce ad attirare nuovi acquirenti nemmeno a questi livelli. Continua pertanto a scivolare verso il prossimo supporto, a 0,078215.$

ADA/USD

Nonostante il grafico RSI mostri che la criptovaluta è stata venduta in maniera eccessiva, la coppia ADA/USD non è ancora riuscita ad ottenere un pullback.

Il primo segnale di forza sarà il superamento della EMA a 20 giorni. Attenderemo ulteriori movimenti verso 0,182$ prima di consigliare lo scambio di questa moneta.

XLM/USD

I rialzisti non sono riusciti a difendere il supporto a 0,184$. Stellar sta ora scivolando verso il supporto immediatamente successivo, a 0,138$.

XLM/USD

Il primo segnale di un'inversione del trend per la coppia XLM/USD sarà il superamento della downtrend line e della EMA a 20 giorni.

Potremmo suggerire l'apertura di posizioni long una volta che la criptovaluta avrà superato la EMA. Fino ad allora, i trader dovrebbero rimanere in disparte e attendere.

IOTA/USD

IOTA ha mantenuto il supporto critico a 0,9150$ per gli ultimi cinque giorni. Tuttavia, l'incapacità dei rialzisti di ottenere un pullback da tale livello mostra debolezza.

IOTA/USD

Se il prezzo dovesse scendere sotto quota 0,9150$, la coppia IOTA/USD potrebbe scivolare verso il prossimo supporto, a 0,7874$. Ancora più in basso, il declino potrebbe poi estendersi fino a 0,666$.

In alto, qualsiasi tentativo di rialzo incontrerebbe una forte resistenza alla EMA a 20 giorni, alla downtrend line e alla SMA a 50 giorni.

Attenderemo il ritorno del desiderio d'acquisto prima di proporre lo scambio di questa criptovaluta.

TRX/USD

Il prezzo di Tron è sceso sotto il supporto a 0,03738021$. Salvo qualche rapida ripresa da parte dei rialzisti, probabilmente assisteremo ad un declino fino al prossimo supporto, a quota 0,02382000$

TRX/USD

Entrambe le medie mobili sono in calo, mostrando che al momento i ribassisti sono al comando. L'inversione del trend per la coppia TRX/USD avverrà soltanto al superamento della downtrend line.

Fino ad allora, qualsiasi tentativo di rialzo verrà immediatamente venduta una volta raggiunta la EMA a 20 giorni. Teniamo d'occhio la divergenza positiva del grafico RSI, ma consiglieremo l'apertura di posizioni long solo una volta confermato il fondo.

 

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.