Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, TRON: Analisi dei prezzi, 22 maggio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il prossimo significativo rialzo dei prezzi verrà innescato dall'arrivo nei mercati delle criptovalute del denaro istituzionale. Lo comprendono anche gli operatori di settore, che hanno iniziato ad offrire nuove opzioni e funzioni per migliorare i propri prodotti e renderli più appetibili per investitori istituzionali. Ad esempio, pare che Coinbase abbia intenzione di ottenere una licenzia bancaria federale, che potrebbe semplificare i rapporti con i grossi clienti.

Comprendendone il vasto potenziale, le società di capitale di rischio stanno gettando le basi per incrementare i propri investimenti nelle criptovalute. Lightspeed, l'azienda dietro Snapchat, sta ora cercando di avvicinarsi ulteriormente al mercato delle monete digitali, parallelamente ad altre importanti compagnie d'investimento come Comcast Ventures e Venrock.

Abbiamo segnalato queste notizie sugli investitori istituzionali perché mostrano un forte interesse nel mercato, nonostante il recente declino dei prezzi. Gli utenti dovrebbero prendere in considerazione tali informazioni: investire per il lungo termine, non prestando particolare attenzione alle oscillazioni dei prezzi, potrebbe essere una buona idea.

Ciononostante, parte dei propri fondi potrebbe anche essere utilizzata per il trading, sfruttando a proprio vantaggio la volatilità delle monete digitali. Diamo pertanto un'occhiata ai mercati, alla ricerca di configurazioni d'acquisto.

BTC/USD

Oggi analizzeremo il grafico della criptovaluta più importante del mercato da una prospettiva più a lungo termine. Dopo l'incredibile impennata dello scorso anno, il Bitcoin si è consolidato in un ampio range compreso tra 6.075,04$ e 12.172,43$.

A partire da marzo di quest'anno le medie mobili hanno continuato ad incrociarsi, confermando che al momento non sta avvenendo alcun trend.

BTC/USD

All'interno di questo range, si sta pian piano sviluppando un range più piccolo, con un supporto a 7.941,68$ ed una resistenza a 10.000$: questo offre ai trader l'opportunità di generare un profitto di circa 2.000$ per unità, nel caso in cui la criptovaluta rimanga range-bound.

Pertanto i trader possono acquistare la coppia BTC/USD attorno al supporto a 7.941,68$, mantenendo uno stop loss appropriato. L'obiettivo di questo trade è un nuovo rialzo verso i 10.000$.

Questo consiglio verrebbe tuttavia invalidato se i prezzi dovessero scendere sotto quota 7.941,68$ e non riuscissero a riprendersi in fretta. In tal caso, le posizioni andrebbero chiuse al più presto, in quanto il prossimo supporto si trova a 7.000$.

ETH/USD

Ethereum ha terminato la propria correzione con un brusco fondo a "V". Avevamo previsto la nascita di un nuovo trend una volta superata quota 745$, ma i livelli più alti hanno soltanto spinto alla vendita, facendo crollare il prezzo a 637$, dove ha finalmente cominciato ad attirare nuovi acquirenti.

Nonostante la moneta digitale abbia formato un pattern "head and shoulders" negativo, i ribassisti non sono riusciti ad ottenere una chiusura al di sotto della neckline del pattern.

ETH/USD

La coppia ETH/USD sembra forte, perché da qualche giorno a questa parte è riuscita a consolidarsi vicino alla resistenza superiore. Crediamo che il superamento di quota 745$ darà inizio ad un nuovo trend rialzista che potrebbe spingere la criptovaluta verso i 1.000$, con una resistenza minore a 838$.

La nostra visione positiva verrebbe invalidata se i ribassisti riuscissero a spingere la moneta sotto la SMA a 50 giorni. In tal caso prevediamo un declino a 418$, con supporti minori a 544$ e 464$.

XRP/USD

A partire da febbraio di quest'anno, Ripple viene scambiato in un ampio range. A fine marzo, il tentativo di breakdown dal range non ha trovato venditori ai livelli più bassi, riportando i prezzi nuovamente all'interno dell'intervallo. La successiva impennata non è riuscita a superare il limite superiore del range, a 1,229$, che al contrario mostra una mancanza di acquirenti ai livelli più alti.

XRP/USD

Al momento i prezzi sono nuovamente in calo e sotto entrambe le medie mobili. L'RSI è di circa 40, un segnale negativo. Prevediamo un crollo fino al raggiungimento del supporto critico a 0,56$.

La nostra visione ribassista verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia XRP/USD riuscisse a superare quota 0,75$. Attenderemo che i prezzi trovino un supporto stabile prima di consigliare trade con questa moneta.

BCH/USD

Il Bitcoin Cash ha superato la resistenza superiore a 1.600$ in data 5 maggio, ma non è riuscito a sostenere i livelli più alto. È pertanto nuovamente tornato all'interno del range in data 10 maggio, scivolando fino alla SMA a 50 giorni. Questi movimenti hanno dato vita ad un pattern "head and shoulders", il cui target si trova a 650$.

BCH/USD

Solitamente, quando una criptovaluta non riesce a superare la resistenza superiore di un range, i prezzi crollano fino al supporto di tale intervallo. Prevediamo pertanto un declino al di sotto della SMA a 50 giorni per la coppia BCH/USD.

La nostra visione ribassista verrebbe invalidata nel caso in cui i rialzisti riuscissero a superare la EMA a 20 giorni. Al momento tuttavia non troviamo alcuna configurazione d'acquisto.

EOS/USD

EOS ha mantenuto il proprio supporto alla SMA a 50 giorni, vicino al ritracciamento Fibonacci 61,8% del recente rialzo. Nei prossimi giorni potremmo assistere al superamento della EMA a 20 giorni e del canale discendente, oppure ad un breakdown al di sotto della SMA a 50 giorni.

EOS/USD

Se la coppia EOS/USD riuscisse a superare quota 14,5$, i trader possono aprire posizioni long, mantenendo uno stop loss iniziale poco sotto i recenti minimi. Il nostro target è un'impennata verso i 18,67$, se non addirittura più in alto. Tuttavia, se in seguito al breakout i prezzi dovessero tornare nuovamente all'interno del canale, si tratterebbe di un segnale di debolezza e il trade andrebbe chiuso.

In caso di breakdown dalla SMA a 50 giorni, il calo potrebbe estendersi fino a 10$, con un supporto minore rappresentato dal minimo di 11,821$ del 16 maggio. Sconsigliamo pertanto di tentare trade all'interno del canale.

LTC/USD

Il Litecoin ha continuato a ottenere picchi sempre più bassi, raggiungendo il proprio massimo in data 19 maggio. Questo mostra che i rialzisti non sono disposti a supportare i prezzi ai livelli più alti. L'unica consolazione è che il supporto a 107$ ha retto che tutto il 2018.

LTC/USD

La coppia LTC/USD ha formato un pattern a triangolo discendente, che verrà completato con un breakdown al di sotto del supporto critico a 107$.

Al momento i rialzisti tentano di difendere quota 127$, in quanto un breakdown da questo livello potrebbe far scivolare la criptovaluta fino a 115$. Il prezzo si trova sotto entrambe le medie mobili, e l'RSI è inferiore a 50: la direzione più probabile è pertanto verso il basso.

La nostra visione ribassista verrebbe invalidata nel caso in cui la criptovaluta riuscisse a superare entrambe le medie mobili.

ADA/USD

I nostri lettori hanno richiesto l'analisi della coppia ADA/USD, come tutte le altre principali criptovalute, piuttosto che ADA/BTC: oggi vi abbiamo accontentati!

Cardano possiede una forte resistenza a $0,4369, che ha già tentato di superare due volte senza successo. Una volta oltrepassato tale livello, ci aspettiamo l'inizio di un nuovo uptrend. Fino ad allora tuttavia la criptovaluta rimarrà range bound.

ADA/USD

Al momento, la coppia ADA/USD sta tentando di trovare supporto a quota 0,23$. Se tale livello dovesse reggere, consigliamo l'acquisto della moneta al raggiungimento di 0,30$, con un obiettivo di 0,40$. Gli stop loss andrebbero mantenuti poco sotto i recenti minimi.

Ma se i ribassisti riuscissero a spingere la moneta sotto 0,23$, un crollo fino al limite inferiore del range è molto probabile.

XLM/USD

Stellar ha subito un rimbalzo dalla neckline del pattern "head and shoulders", ma al momento sta affrontando forti resistenze alla downtrend line e alla SMA a 50 giorni. Questa configurazione ribassista verrà completata con un breakdown e una chiusura (UTC) al di sotto della neckline, facendo crollare il prezzo della valuta a 0,2$.

XLM/USD

La nostra visione negativa verrebbe invalidata solo nel caso in cui la coppia XLM/USD riuscisse a superare la EMA a 20 giorni. Tale movimento rappresenterebbe un segnale di forza, che spingerebbe la moneta verso la resistenza superiore a 0,4776$. La criptovaluta inizierà un nuovo uptrend una volta superata tale resistenza.

Al momento non troviamo alcuna configurazione d'acquisto, pertanto consigliamo di rimanere in disparte e attendere.

TRX/USD

Nonostante le difficoltà incontrate dalle altre criptovalute, TRON mostra la propria forza. Al momento la moneta viene scambiata sopra entrambe le medie mobili, un chiaro segnale rialzista. Si tratta della nona criptovaluta per capitalizzazione di mercato, guadagnando meritatamente un posto nella nostra analisi.

TRX/USD

Da gennaio di quest'anno la criptovaluta si trova in una bottom formation, che verrà completata con un breakout ed una chiusura al di sopra della resistenza superiore a 0,0922$. Il target iniziale del breakout è di 0,1607$, ma ci aspettiamo il raggiungimento di livelli ancora più alti.

Tuttavia, se la coppia TRX/USD non riuscisse a superare la resistenza superiore, potremmo assistere ad una correzione fino alla EMA a 20 giorni. Consigliamo pertanto di attendere il breakout prima di aprire posizioni long.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC . I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.