Bitcoin, Ethereum, Ripple, Bitcoin Cash, EOS, Litecoin, Cardano, Stellar, TRON: Analisi dei prezzi, 26 maggio

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre la propria ricerca prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Le grandi imprese hanno sempre avuto un enorme vantaggio rispetto ai trader individuali, in quanto possiedono il denaro e le risorse necessarie per manipolare i prezzi a proprio piacimento. Ormai da tempo infatti numerosi investitori denunciano il fenomeno della manipolazione dei mercati delle criptovalute, che danneggia in particolar modo gli utenti più piccoli.

Se il Department of Justice (DoJ) degli Stati Uniti riuscisse ad identificare e incastrare i colpevoli, siamo certi che l'evento avrebbe un effetto fortemente positivo. Molti trader infatti concordano che l'implementazione di misure restrittive possa giovare al mercato nel lungo periodo.

Uno studio pubblicato da Weiss Ratings afferma che, se la la Federal Reserve allentasse le restrizioni imposte dalla "Volcker Rule", una normativa che impedisce alle banche di scambiare asset particolarmente rischiosi, molti più cittadini americani si avvicinerebbero al settore delle criptovalute.

Grazie ad un flusso quasi costante di notizie positive, ormai da tempo manteniamo una visione fortemente rialzista dei mercati. In questo momento siamo in attesa di buone opportunità d'acquisto, ma la natura fortemente volatile delle monete digitali ci costringe ad analizzare a fondo ogni possibile rischio prima di procedere con l'apertura di nuove posizioni.

BTC/USD

Il Bitcoin sta scivolando verso il target inferiore a 7.000$. In data 24 maggio, il tentativo di pullback da parte dei rialzisti non ha trovato acquirenti ai livelli più alti, ed i prezzi sono nuovamente scesi. Al momento la criptovaluta sta tentanto di mantenere il proprio supporto alla trendline: in caso di successo, potremmo assistere ad un'impennata a 9.000$.

Se invece la trendline non dovesse reggere, la prossima area di supporto si trova tra i 6.075$ ed i 7.000$, un livello che verrà difeso con vigore dai rialzisti.

BTC

Qualsiasi declino sotto quota 7.000$ offrirà ai trader buone opportunità d'acquisto per il lungo periodo. Tali posizioni andrebbero protette con uno stop loss poco sotto il minimo del 6 febbraio, a 6.075$: nel caso in cui questo livello non dovesse reggere, potremmo assistere ad una svendita in preda al panico della criptovaluta.

I trader dovrebbero evitare l'acquisto della coppia BTC/USD durante i periodi di ribasso: consigliamo di attendere i primi segnali di stabilizzazione. Crediamo che la criptovaluta rimarrà range bound tra 6.074$ e 12.172$.

ETH/USD

Ethereum è sceso fino al ritracciamento Fibonacci 61,8% dell'incremento del 24 maggio. I rialzisti hanno tentato un rimbalzo da questo livello, ma lo slancio si è fermato alla SMA a 50 giorni. Se i ribassisti riuscissero a spingere la moneta sotto il minimo infragiornaliero del 24 maggio, non è da escludere un declino fino a 464$.

ETH

Se invece i rialzisti riuscissero a mantenere questo supporto, la coppia ETH/USD potrebbe impennare fino alla neckline del pattern "head and shoulders", coincidente con la resistenza del canale discendente.

I lettori più aggressivi possono tentare questo trade, mentre tutti gli altri dovrebbero attendere migliori configurazioni d'acquisto.

XRP/USD

Ripple ha trovato supporto ai piedi del range, a 0,56$. Ha tentato un rialzo in data 24 maggio, ma ha incontrato una forte pressione di vendita ai livelli più alti.

XRP

Al momento la coppia XRP/USD sta tornando ai livelli del pullback del giorno precedente: nel caso in cui quota 0,56$ non dovese reggere, potremmo assistere ad un declino fino a 0,45$.

Se, al contrario, tale supporto dovesse reggere, i trader più aggressivi possono aprire posizioni long sopra i 0,65$, mantenendo uno stop loss poco sotto i recenti minimi. Si tratta tuttavia di un trade parecchio rischioso, poiché le medie mobili costituiranno una forte resistenza per qualsiasi tentativo di rialzo. Consigliamo pertanto di tentare questo trade con solo il 30% delle posizioni abituali.

BCH/USD

Bitcoin Cash ha completato il breakdown dal pattern "head and shoulders", il cui target si trova a 650$. Tuttavia negli ultimi due giorni i rialzisti hanno fornito supporto a quota 1.000$. Se questo livello dovesse reggere, la criptovaluta potrebbe tentare un pullback fino a 1.200$, un grosso ostacolo da superare in quanto entrambe le medie mobili si trovano a questo livello.

BCH

Se la coppia BCH/USD dovesse scendere sotto i 950$, potrebbe scivolare fino al prossimo supporto a 750$. Suggeriamo di attendere il termine del declino e la formazione di nuove configurazioni d'acquisto prima di aprire qualsiasi posizione long.

EOS/USD

EOS sta tentando un rimbalzo dal livello a 10$, ma ha incontrato una forte resistenza alla trendline superiore del canale discendente e alla SMA a 50 giorni.

Se i rialzisti riusciranno a superare una di queste resistenze, i nostri lettori potranno aprire posizioni long una volta superata quota 14,25$, mantenendo uno stop loss adeguato. Il target di questo incremento è a 18,67$.

EOS

D'altra parte, se i ribassisti riuscissero a spingere la criptovaluta sotto i 10$, la coppia EOS/USD potrebbe prima scivolare a 7,8$ e successivamente a 5,961$.

Sconsigliamo di aprire posizioni long all'interno del canale.

LTC/USD

Il Litecoin ha formato un pattern ribassista a triangolo discendente, che verrà completato con un breakdown sotto i 107$. Questo livello non è stato toccato sin dal 9 dicembre dello scorso anno, pertanto crediamo possa rappresentare un solido supporto.

LTC

In data 24 maggio, i rialzisti hanno tentato un pullback dal supporto a 115$, ma non sono riusciti a superare la resistenza superiore a 127$.

Sotto quota 115$, la coppia LTC/USD potrebbe scivolare fino a 107$. Il primo segnale di forza sarà un movimento sopra i 127$: fino ad allora, consigliamo di stare in disparte e attendere.

ADA/USD

Cardano sembra parecchio debole, in quanto il tentativo di pullback del 24 maggio dal supporto a 0,19$ non è riuscito a reggere i livelli più alti. Se tale supporto non dovesse reggere, prevediamo un crollo fino a 0,13$.

ADA

Se il prezzo dovesse scivolare fino a 0,13$ e si assestasse su questo livello, verrebbe confermata la formazione di un ampio range, nel quale possiamo tentare l'acquisto ai livelli più bassi e procedere con la vendita una volta raggiunto il limite superiore.

Il superamento del canale discendente sarà il primo segnale di un cambio di trend. Al momento la coppia ADA/USD è in calo: attenderemo una stabilizzazione dei prezzi prima di consigliarne l'acquisto.

XLM/USD

Negli ultimi giorni avevamo assistito alla probabile formazione di un pattern "head and shoulders" per Stellar. Tuttavia, dopo due giorni di movimento e assestamento dei prezzi, stiamo notando la formazione di un pattern a cuneo discendente. Si tratta di una configurazione rialzista, che si completerà con un breakout dalla linea di resistenza superiore.

XLM

Data la complessiva negatività di questa criptovaluta, suggeriamo di attendere il superamento della EMA a 20 giorni prima di procedere con l'acquisto. Il target minimo è a 0,44$, vicino alla resistenza superiore a 0,4776$. I trader dovrebbero tuttavia mantenere uno stop loss abbastanza vicino, preferibilmente poco sotto i recenti minimi: se l'impennata non dovesse trovare acquirenti ai livelli più alti, la criptovaluta potrebbe scivolare fino a 0,184$.

Se invece la coppia XLM/USD dovesse muoversi verso il basso, i trader non dovrebbero affatto aprire posizioni long. In questo caso consigliamo di rimanere in disparte e attendere nuove configurazioni d'acquisto.

TRX/USD

Per quanto riguarda TRON, i rialzisti stanno tentando di mantenere la SMA a 50 giorni, mentre i ribassisti difendono la EMA a 20 giorni. I prezzi sono rimasti bloccati tra le due medie mobili per gli ultimi due giorni.

TRX

Crediamo che la zona compresa tra 0,0565$ e la SMA a 50 giorni rappresenterà un solido supporto. Tuttavia, preferiamo attendere un maggiore acquisto al supporto critico prima di consigliare posizioni long: se tale area di supporto non dovesse reggere, la coppia TRX/USD potrebbe crollare fino a quota 0,04$.

In alto, la breve downtrend line potrebbe rappresentare una resistenza. La criptovaluta potrebbe rimanere range bound per qualche giorno prima di mostrare un movimento decisivo verso una o l'altra direzione.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC . I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.