Bitcoin, Ethereum, Ripple, EOS, Litecoin, Bitcoin Cash, Stellar, Tron, Binance Coin, Bitcoin SV: Analisi dei prezzi, 1 marzo

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Il colosso dei social media Facebook pianifica di unire sotto un unico software le applicazioni WhatsApp, Messenger e Instagram: questo nuovo servizio integrerà anche una criptovaluta nativa. Secondo quanto riportato dal New York Times, si tratterà di una stablecoin ancorata al valore di tre diverse valute fiat.

Nonostante lo scetticismo dei piccoli trader, pare che le grandi istituzioni stiano sfruttando questo mercato ribassista per investire nelle criptovalute. Anche la Government Investment Corporation (GIC) di Singapore, che gestisce asset per un valore complessivo di oltre 100 miliardi di dollari, ha investito nell'exchange Coinbase: l'interesse da parte di nomi tanto importanti è un'ottima notizia per il settore delle monete digitali.

Le nuove tecnologie necessitano di tempo prima che vengano accettate su larga scala. Con l'aumentare del numero di casi d'utilizzo, la blockchain si evolverà in qualcosa di molto più grande: lo ha affermato Christine Moy, Executive Director e Head of the Blockchain Center of Excellence di JPMorgan Chase.

BTC/USD

In data 27 febbraio, Bitcoin (BTC) ha trovato supporto alla downtrend line: un segnale positivo. Finché il prezzo rimarrà sopra entrambe le medie mobili, la probabilità di un incremento graduale fino a 4.255$ sarà molto alta.

Attualmente la SMA a 50 giorni è piatta, ma la EMA a 20 giorni ha iniziato a spostarsi verso l'alto. Anche l'RSI è in positivo, suggerendo un vantaggio a breve termine da parte dei rialzisti.

BTC

Un breakout sopra quota 4.255$ completerebbe un pattern double bottom, e potrebbe attirare short covering. Il target minimo di tale setup si trova a 5.273,91$: i trader dovrebbero pertanto procedere con l'acquisto in caso di chiusura (UTC) sopra i 4.255$.

Per il momento i trader possono mantenere gli stop loss appena sotto il minimo annuale a 3236,09$.

Se tuttavia i rialzisti non riuscissero a spingere la coppia BTC/USD sopra i 3.900$, il prezzo potrebbe scivolare fino alla SMA o persino a 3.355$. Il downtrend riprenderà sotto l'area di supporto compresa fra 3.236,09$ e 3.355$.

ETH/USD

Ethereum (ETH) è temporaneamente scivolato sotto la EMA a 20 giorni, ma è poi riuscito ad ottenere una chiusura (UTC) al di sopra di essa. Questo mostra che ai livelli più bassi è presente una domanda parecchio forte. Tuttavia, a meno che i rialzisti non riusciranno a spingere velocemente il prezzo sopra i 145$, i ribassisti potrebbero tentare un breakdown dal supporto.

ETH

Se la coppia ETH/USD dovesse scivolare sotto la EMA a 20 giorni, il declino potrebbe estendersi fino alla SMA a 50 giorni, o persino a 116,3$. Quest'ultimo è un supporto molto solido e dovrebbe reggere: in caso contrario, il prossimo livello chiave si trova a 102,49$. I trader dovrebbero mantenere le proprie posizioni long, con uno stop loss a 125$.

D'altra parte, se il prezzo superasse i 145$, potremmo assistere ad un'impennata a 167,32$. Se anche questa resistenza venisse superata, la criptovaluta otterrebbe un notevole slancio verso l'alto.

XRP/USD

Ripple (XRP) ha trovato supporto a 0,2950$: si tratta della terza volta negli ultimi cinque giorni che i rialzisti hanno difeso questo livello. Nel caso in cui riuscissero a spingere il prezzo sopra i 0,33108$, si tratterebbe di un segnale positivo. In alto, il prossimo livello chiave si trova a 0,40$. I trader dovrebbero mantenere gli stop loss per le proprie posizioni long a 0,27795$.

XRP

Al contrario, se la coppia XRP/USD non riuscisse a superare quota 0,33108$, potrebbe rimanere range bound per qualche giorno fra 0,27795$ e 0,33108$. Le medie mobili si stanno appiattendo e l'RSI è circa neutrale.

Il trend diverrebbe negativo nel caso in cui i ribassisti spingessero la moneta sotto l'area critica di supporto compresa fra 0,24508$ e 0,27795$.

EOS/USD

EOS è posizionato fra la EMA a 20 giorni e 3,8723$: dovrà superare la prossima resistenza per ottenere un incremento significativo.

Entrambe le medie mobili si stanno lentamente spostando verso l'alto e l'RSI è positivo: in questo momento la via più probabile è verso l'alto. I trader dovrebbero pertanto mantenere uno stop loss a 2,90$ per le rimanenti posizioni long. Il primo target è posizionato a 4,4930$, e il successivo a 5,5$.

EOS

Se i ribassisti riusciranno a difendere la prossima resistenza, facendo scivolare la coppia EOS/USD sotto la EMA e quota 3,2081$, il trend diverrebbe negativo. Un breakdown sotto la SMA a 50 giorni potrebbe portare ad un crollo fino al supporto critico a 2,1733$. Nei prossimi giorni otterremo maggiori informazioni sui futuri movimenti di questa valuta.

LTC/USD

Litecoin (LTC) ha trovato supporto alla EMA a 20 giorni, muovendosi verso l'alto fino a raggiungere la resistenza a 47,2460$. Se i rialzisti riuscissero ad oltrepassare questo livello, potremmo assistere ad un'impennata prima a 53,4$ e successivamente a 60$. I trader dovrebbero pertanto mantenere uno stop loss a 40$ per le rimanenti posizioni long.

LTC

Sia la EMA a 20 giorni che la SMA a 50 giorni sono in aumento, e anche l'RSI è positivo: attualmente il mercato è nelle mani dei rialzisti.

La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui la coppia LTC/USD invertisse la propria direzione, scivolando sotto la EMA e il supporto a 40$.

BCH/USD

Negli ultimi cinque giorni Bitcoin Cash (BCH) ha difeso il supporto alla SMA a 50 giorni per ben due volte, senza tuttavia mai riuscire ad ottenere un incremento significativo.

BCH

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a spingere il prezzo sopra i 140$, un rialzo fino a 160$ diverrebbe probabile. Un ulteriore incremento potrebbe far impennare il valore della coppia BCH/USD a 177$, o persino 220$. I trader dovrebbero pertanto difendere le proprie posizioni long con uno stop loss a 116$.

Se invece il prezzo dovesse scivolare sotto la SMA a 50 giorni e il supporto a 105$, la nostra visione positiva verrebbe invalidata. Attualmente entrambe le medie mobili sono piatte e l'RSI è neutrale: prevediamo un periodo di consolidamento nel breve termine.

XLM/USD

Negli ultimi quattro giorni Stellar (XLM) viene scambiato attorno alla EMA a 20 giorni. Nonostante la moneta non sia ancora riuscita a superare quota 0,10$, il fatto che il prezzo non sia scivolato sotto la downtrend line è un segnale positivo.

XLM

Un breakout sopra i 0,10$ rappresenterebbe un segnale di forza, che potrebbe far impennare il prezzo fino alla resistenza a 0,13427050$. Se anche il sentimento generale del mercato divenisse positivo, è possibile tentare questo trade con uno stop loss a 0,08$.

Ciononostante, se la coppia XLM/USD scivolasse sotto il supporto a 0,07256747$, il downtrend riprenderebbe.

TRX/USD

Per quattro giorni Tron (TRX) è rimasto bloccato fra la downtrend line e il supporto orizzontale a 0,0230$. L'incapacità dei rialzisti di superare la downtrend line mostra una mancanza di domanda a questi livelli.

TRX

Un breakout dalla downtrend line e dalla SMA a 50 giorni spingerebbe nuovamente il prezzo fino alla resistenza a 0,02815521$. Un ulteriore breakout da questo livello darebbe inizio ad un nuovo uptrend. Attenderemo pertanto il superamento del range prima di suggerire l'apertura di posizioni long.

Al contrario, se la coppia TRX/USD dovesse scivolare sotto il supporto a 0,0230$, il declino potrebbe estendersi fino a 0,02113440$, o persino 0,01830000$. Prevediamo un incremento della volatilità dei prossimi giorni.

BNB/USD

Binance Coin (BNB) è in uptrend, e sembra parecchio forte. Ha ottenuto un rimbalzo dalla EMA a 20 giorni, e sta per superare la resistenza a 12$. In caso di successo, potrebbe ottenere uno slancio fino a 15$, o persino 18$.

Apprezziamo il fatto che la EMA abbia fornito un solido supporto: per tale motivo suggeriamo l'apertura di posizioni long sopra i 12$, con stop loss a 9$.

BNB

Al contrario, nel caso in cui la coppia BNB/USD non riuscissero a superare la resistenza critica a 12$, potrebbe rimanere per qualche giorno range bound fra 10$ e 12$.

In basso, i supporti chiave si trovano alla EMA a 20 giorni e alla SMA a 50 giorni.

BSV/USD

Bitcoin SV difende la EMA a 20 giorni da circa due giorni, senza tuttavia riuscire ad ottenere alcun rimbalzo significativo.

BSV

Se la coppia BSV/USD riuscisse ad ottenere un rimbalzo dai livelli correnti, superando quota 77,035$, il trend diverrebbe positivo e il rialzo potrebbe estendersi fino a 90$, o persino 102,58$. Suggeriamo pertanto l'apertura di posizioni long sopra i 78$: il target di questo trade è a 102,58$.

Al contrario, se i ribassisti spingessero la moneta sotto la EMA e 65,031$, potremmo assistere ad un nuovo test dell'area di supporto compresa fra 58$ e 60$.

I dati di mercato sono forniti dall'exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono forniti da TradingView.