Cina: alluvioni danneggiano mining farm, ma l'hashrate della rete Bitcoin non ne risente

Nonostante i danni alle mining farm provocati dalle alluvioni in Cina, l'hashrate della rete Bitcoin (BTC) rimane molto vicino al suo massimo storico.

Mining farm "devastate"

Come riportato da vari utenti di Twitter il 20 agosto, la stagione delle piogge nella provincia cinese dello Sichuan ha provocato seri danni per almeno una mining farm di Bitcoin.

Secondo la mining pool Poolin, la quarta più grande della rete Bitcoin, le inondazioni avrebbero completamente distrutto la mining farm, costringendo i dipendenti a cercare di salvare le attrezzature dal limo lasciato dalle acque alluvionali.

"Una mining farm locale con sede nello Sichuan, in Cina, è stata DEVASTATA dalle forti piogge nella regione", hanno scritto i funzionari di Poolin su Twitter.

Red Li, cofondatore del sito di notizie cinese 8btc, ha aggiunto alcune prove fotografiche delle inondazioni, osservando che gli eventi non hanno tuttavia influito sulle prestazioni della rete Bitcoin.

"Sembra che l'hashate non sia stato influenzato molto", ha riassunto. Un altro account Twitter sostiene inoltre che il gigante del mining Bitmain non sia stato colpito dal disastro.

Più lievi delle inondazioni del 2018

Come riportato da Cointelegraph, le prestazioni di BTC sono invece diminuite drasticamente a luglio 2018, quando alcune forti alluvioni distrussero un ingente quantitativo di hardware. Il disastro si tradusse in un calo dell'attività della rete Bitcoin e del prezzo della criptovaluta, e fece partire un trend ribassista in cui la coppia BTC/USD arrivò a toccare un minimo di 3.100$.

Da allora, la competizione sembra però essere tornata: l'hashrate, ossia il numero di calcoli che un determinato network può eseguire ogni secondo, ha segnato costantemente dei nuovi record per tutto il 2019.

Secondo i dati provenienti dal sito di monitoraggio BitInfoCharts, oggi l'hashrate si aggira sui 79 trilioni di hash al secondo. Secondo l'investitore Max Keiser, l'indicatore influenzerebbe il prezzo di BTC:

"Il prezzo segue l'hash rate, e il grafico dell'hash rate continua a crescere da nove anni."