Il 'realized market cap' di Bitcoin ha raggiunto quota 100 miliardi di dollari

Questa settimana il network di Bitcoin (BTC) ha oltrepassato una nuova pietra miliare: stando ai dati raccolti da Coinmetrics.io, il "realized market cap" della criptovaluta ha stabilito un nuovo primato.

Realized market cap di Bitcoin a 100 miliardi

Il realized market cap è un metodo alternativo per calcolare la capitalizzazione di mercato di Bitcoin. Viene determinato moltiplicando il valore dell'ultimo Bitcoin appena scambiato con la grandezza di ogni trade.

Nel corso della giornata di ieri, il realized market cap ha superato la barriera dei 100 miliardi di dollari. Ma non si tratta dell'unico primato recentemente infranto dalla principale criptovaluta: nelle scorse settimane sono stati infatti registrati nuovi record anche per quanto riguarda hash rate e volumi giornalieri di trading.

Nick Szabo, esperto di crittografia, ha inoltre sottolineato che sul network di Bitcoin è stato registrato il più basso livello di volatilità dal 2012. Ha a tal proposito commentato:

"Il grafico a lungo termine rispecchia la profonda sicurezza, l'interoperabilità globale e la solidità monetaria di Bitcoin."

Stando ad uno studio recentemente pubblicato da Arcane Research, la dominance di Bitcoin potrebbe essere in realtà superiore al 90%, e non di circa il 70% come riportato da svariati siti web. Secondo l'azienda infatti bisognerebbe tenere conto alla della liquidità:

"Una persona potrebbe essere in grado di vendere un token per 3 dollari, ma cosa accadrebbe se volesse venderne un milione? Se non si tiene conto della liquidità, la capitalizzazione di mercato diventa una misura insignificante."