Bitcoin, Ripple, Ethereum, EOS, Stellar, Bitcoin Cash, Litecoin, Bitcoin SV, TRON, Cardano: Analisi dei prezzi, 19 dicembre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Mark Dow, vecchio economista del Fondo Monetario Internazionale che a dicembre dello scorso anno aveva scommesso short sul Bitcoin, ha recentemente affermato su Twitter di aver coperto le proprie posizioni. L'uomo ha tuttavia sottolineato di non aver aperto nuove posizioni long, e di non avere alcun interesse nel farlo.

Secondo Mike Novogratz, ex collaboratore di Goldman Sachs e attuale CEO di Galaxy Digital, Bitcoin riuscirà a difendere il supporto a 3.000$. Prevede inoltre per il prossimo futuro un consolidamento all'interno dell'area compresa fra i 3.000 e i 6.000 dollari.

Alcuni fondi d'investimento in criptovalute, entrati nel settore senza politiche appropriate per la gestione dei rischi, stanno chiudendo i battenti. Altre aziende tuttavia, come Morgan Creek Digital, hanno cominciato ad impiegare maggiori capitali, sfruttando a proprio vantaggio il mercato ribassista.

La società d'investimento Genesis Global continua la propria espansione, e prevede nel 2019 di incrementare il numero di dipendenti. Analogamente, anche il popolare exchange di criptovalute Coinbase ha raddoppiato da giugno ad oggi la grandezza del proprio personale.

Questo mostra che le compagnie che hanno operato in maniera intelligente stanno traendo benefici nonostante il crollo dei prezzi.

BTC/USD

Attualmente Bitcoin si trova in fase di pullback. Ha superato la EMA a 20 giorni per la prima volta da oltre un mese: questo mostra un forte desiderio d'acquisto da parte dei rialzisti. Mercoledì è stato il terzo giorno del pullback: durante un periodo di forte downtrend, solitamente questo genere di impennare durano soltanto tre giorni.

BTC/USD

Se i rialzisti continueranno a supportare la coppia BTC/USD, la moneta potrebbe raggiungere la resistenza a 4.500$. Questo livello potrebbe rappresentare un ostacolo: i trader a breve termine tenteranno di vendere per generare profitti, mentre i ribassisti più aggressivi apriranno nuove posizioni short.

Nel complesso il trend rimane negativo. Ciononostante la EMA a 20 giorni si sta appiattendo e l'RSI è neutrale, mostrando un cambiamento del trend a breve termine. Il prossimo movimento verso il basso ci permetterà di capire se la criptovaluta ha realmente trovato un bottom, o se si è trattato di un falso pullback.

In alto, i livelli chiave si trovano a 4.500$ e 5.000$. In basso, un breakdown da quota 3236$ porterebbe ad una ripresa del downtrend. Gli investitori dovrebbero mantenere le proprie posizioni, pronti ad aggiungerne di altre una volta confermato l'uptrend.

XRP/USD

La ripresa di Ripple ha superato la EMA a 20 giorni, e sta ora affrontando una resistenza a 0,4$. Anche la SMA a 50 giorni si trova attorno a questo livello, pertanto prevediamo un piccolo pullback o un consolidamento.

XRP/USD

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a superare anche la SMA, lo slancio verso l'alto potrebbe estendersi fino alla resistance line del canale discendente, a 0,5$. L'area compresa fra 0,5$ e 0,62$ rappresenterà tuttavia un duro ostacolo da superare: i trader a breve termine possono registrare profitti parziali a questi livelli, spostando più in alto il proprio stop loss per le posizioni rimanenti.

Al contrario, nel caso in cui la coppia XRP/USD dovesse scivolare sotto quota 0,4$, potremmo assistere ad una correzione a 0,33108$. Entrambe le medie mobili si stanno appiattendo e l'RSI è divenuto positivo, indicando una possibile inversione del trend. I prossimi tre o quattro giorni ci forniranno maggiori informazioni.

ETH/USD

Ethereum ha superato sia la resistenza a 102,5$ che la EMA a 20 giorni. Così facendo è rientrato nel consolidamento precedente.

ETH/USD

La coppia ETH/USD potrebbe ora ottenere uno slancio verso il limite superiore del range, a 130$. L'area compresa fra i 130$ e i 136$ agirà da forte resistenza: i trader a breve termine possono registrare profitti parziali a questi livelli, spostando più in alto il proprio stop loss per le posizioni rimanenti.

Nel caso in cui la moneta non riuscisse a mantenere questo rialzo, registrando una correzione senza prima raggiungere il target desiderato, prevediamo un forte supporto a quota 102,2$. Se tale livello non dovesse reggere, potremmo assistere ad un nuovo test dei minimi.

EOS/USD

EOS ha facilmente superato la EMA a 20 giorni, e sta per raggiungere il ritracciamento Fibonacci 38,2% a quota 3,0510$. Questo livello potrebbe agire da resistenza minore.

EOS/USD

La EMA a 20 giorni si è appiattita e l'RSI è divenuto positivo: questo mostra un'inversione del trend a breve termine. Sopra i 3,0510$, il pullback potrebbe estendersi fino a 3,5147$.

Nel caso in cui la coppia EOS/USD non riuscisse a superare i livelli citati in precedenza, ma al contrario dovesse registrare delle vendite, è probabile che trovi supporto attorno a 2,1733$. Il downtrend riprenderà sotto 1,55$.

XLM/USD

Stellar ha raggiunto la resistenza critica a 0,13427050$, toccata ma non superata già in data 8 dicembre. Se i ribassisti riuscissero ancora una volta a difendere questo livello, potremmo assistere ad una piccola correzione o consolidamento.

XLM/USD

Se al contrario i rialzisti riuscissero a superare quota 0,13427050$, le probabilità di un'impennata a 0,184$ aumenterebbero esponenzialmente. La EMA a 20 giorni è piatta, mostrando un'inversione del trend a breve termine.

Nel complesso le prestazioni della coppia XLM/USD sono deludenti, in quanto la criptovaluta non è riuscita a superare la EMA a 20 giorni e l'RSI è rimasto negativo. Consigliamo pertanto il trading di questa moneta.

BCH/USD

Come da noi previstoBitcoin Cash ha ottenuto una forte ripresa dal minimo di 72,39$. Tale movimento ha corretto il livello fortemente negativo dell'RSI.

BCH/USD

Il prezzo ha ora raggiunto la EMA a 20 giorni, che potrebbe agire da forte resistenza. Prevediamo un piccolo pullback da questo livello: in basso, il prossimo supporto si trova a 100$.

Se tuttavia i rialzisti riuscissero ad oltrepassare la EMA, la ripresa potrebbe estendersi fino a 205$. Già parecchie volte in passato la coppia BCH/USD ha registrato ripide impennate verticali: i trader che sono andati long ai livelli inferiori dovrebbero mantenere posizioni parziali, spostando lo stop loss più in alto dopo ad ogni incremento del prezzo. 

La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui la moneta scivolasse sotto i 72,39$.

LTC/USD

Litecoin ha superato la resistenza a 29,349$ e la EMA a 20 giorni. Il pullback potrebbe ora estendersi fino a 36,428$: anche la SMA a 50 giorni, ancora in calo, si trova attorno a questo livello. Si tratterà pertanto di un duro ostacolo da superare.

LTC/USD

La EMA si è appiattita e l'RSI è ora divenuto positivo, suggerendo un'inversione del trend a breve termine. Dopo un così lungo periodo ribassista, ci aspettiamo il completamento di una bottom formation prima che la coppia LTC/USD dia inizio ad un nuovo uptrend.

È probabile che la criptovaluta rimarrà range bound per almeno qualche giorno. I trader a breve termine dovrebbero pertanto registrare profitti a intervalli regolari. La nostra visione verrebbe invalidata se la moneta dovesse scivolare sotto i 23,090$.

BSV/USD

Bitcoin SV è tornato all'interno del range compreso fra 80,352$ e 123,98$. Attualmente il prezzo sta affrontando una resistenza alla downtrend line.

BSV/USD

Finché la coppia BSV/USD rimarrà all'interno del range, è probabile raggiunga il limite superiore di tale intervallo, situato a 123,98$. La nostra visione positiva verrebbe invalidata nel caso in cui il prezzo scivolasse sotto quota 80,352$.

In tal caso i ribassisti potrebbero tentare di spingere la criptovaluta sotto 65,031$. Poiché si tratta di una moneta ancora giovane, i trader dovrebbero registrare profitti ad intervalli regolari, spostando lo stop loss di volta in volta verso l'alto per proteggere i propri investimenti.

TRX/USD

TRON ha conseguito ottimi risultati. Il pullback ha facilmente sfondato la SMA a 50 giorni, e sta ora tentando di superare l'importante resistenza a 0,0183$.

TRX/USD

I trader in possesso di posizioni long dovrebbero registrare profitti parziali a questi livelli, poiché prevediamo una forte resistenza a 0,0183$. È probabile che la correzione da tale livello trovi supporto alla EMA a 20 giorni e a 0,01339050$.

D'altra parte, nel caso in cui la coppia TRX/USD riuscisse a superare in maniera convincente quota 0,0183, lo slancio verso l'alto potrebbe estendersi fino a 0,02815521$. La EMA a 20 giorni è in rialzo e l'RSI è positivo, suggerendo una probabile inversione del trend.

ADA/USD

Cardano ha superato la EMA a 20 giorni, entrando nuovamente all'interno del range compreso fra 0,033065$ e 0,045516$. La EMA a 20 giorni si sta appiattendo e l'RSI è neutrale: prevediamo un consolidamento nel breve termine.

ADA/USD

Se la coppia ADA/USD riuscisse a superare quota 0,045516$, incontrerebbe una resistenza alla SMA a 50 giorni. Sopra tale livello, la ripresa potrebbe estendersi fino a 0,060105$.

Se al contrario i ribassisti riuscissero a spingere il prezzo al di sotto del range, potremmo assistere ad un nuovo test del minimo a 0,027237$. Sotto tale livello il downtrend riprenderà: i trader dovrebbero pertanto chiudere le proprie posizioni nel caso in cui la criptovaluta non riuscisse a superare le resistenze.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.