Bitcoin, Ripple, Ethereum, Stellar, EOS, Bitcoin Cash, Bitcoin SV, Litecoin, TRON, Cardano: Analisi dei prezzi, 12 dicembre

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo sono unicamente quelle dell'autore, e non riflettono necessariamente il punto di vista di Cointelegraph.com. Qualsiasi trade o investimento comporta dei rischi: si consiglia di condurre le proprie ricerche prima di prendere una decisione definitiva.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC.

Durante i rialzi dello scorso anno, molti trader alle prime armi erano certi che i prezzi non si sarebbero mai abbassati, e che sarebbe bastato "HODL" per generare enormi profitti. Tuttavia, dopo la snervante correzione degli ultimi mesi, le stesse persone ora credono che il valore delle criptovalute arriverà presto a zero. Avevano torto prima e continuano ad essere in errore anche adesso: le variabili economiche fondamentali sono in miglioramento e puntano ad un futuro migliore.

Secondo Mike Novogratz, vecchio collaboratore di Goldman Sachs e odierno CEO di Galaxy Digital, adesso i mercati hanno acquisito maggiore sobrietà e la mania speculativa è quasi del tutto scomparsa. La sua opinione sul mercato rimane positiva: il Bitcoin non arriverà a zero, si trova soltanto "in una clinica di metadone".

Anche Tyler e Cameron Winklevoss, i gemelli più famosi del settore, non sembrano particolarmente scossi da questo crollo dei prezzi. La loro piattaforma Gemini ha recentemente lanciato un'applicazione per dispositivi mobile, e pianifica ora l'ingresso nel mercato asiatico.

Ovviamente non tutte le opinioni sono positive. Kenneth Rogoff, vecchio Chief Economist del Fondo Monetario Internazionale e attualmente professore d'economia presso l'Università di Harvard, ha affermato che il prezzo a lungo termine del Bitcoin "è più probabile raggiunga i 100$ che i 100.000$".

Noi continuiamo a pensare che i recenti ribassi offrono ottime opportunità d'acquisto, ma i trader non dovrebbero sperare in un'impennata verticale. È più probabile che i mercati formino una solida base prima di dare inizio ad un nuovo uptrend.

BTC/USD

Attualmente il Bitcoin viene scambiato all'interno di un canale discendente. Da tre giorni a questa parte i rialzisti stanno tentando di difendere quota 3.500$: un crollo da questo primo supporto potrebbe portare ad un nuovo test del minimo del 7 dicembre, a 3.329,05$.

BTC/USD

Nel caso in cui i rialzisti riuscissero a difendere il livello a 3.500$, la coppia BTC/USD potrebbe ottenere un pullback fino alla resistance line del canale, appena sotto la EMA a 20 giorni che siamo certi rappresenterà una dura resistenza.

Nonostante le medie mobili rimangano in calo, negli ultimi giorni l'RSI ha formato una divergenza positiva. È un segnale rialzista: se il prezzo dovesse superare la EMA, potremmo assistere ad un pullback fino alla resistenza a 5.000$.

Un crollo sotto i 3.329,05$ potrebbe invece portare ad un test di quota 3.000$. Se anche questo livello venisse infranto, il prossimo supporto si trova molto più in basso: a 2.416,52$. Ciononostante, a nostro parere l'area compresa fra 3.000$ e 3.500$ reggerà: per questo motivo nella nostra precedente analisi avevano consigliato l'acquisto della criptovaluta.

XRP/USD

Dopo il breakdown dal supporto a 0,33108$, i rialzisti stanno tentando di mantenere Ripple sopra il minimo del 7 dicembre a 0,28600$

XRP/USD

Un ulteriore breakdown da quota 0,286$ e dalla support line del canale potrebbero portare ad un crollo fino al minimo del 14 agosto, a 0,24508$. Se anche questo supporto venisse infranto, il prossimo si trova a 0,15$.

Se al contrario i rialzisti riuscissero a difendere il supporto e a superare la EMA a 20 giorni, la coppia XRP/USD potrebbe impennare fino alla SMA a 50 giorni. Un movimento prolungato sopra i 0,4$ incrementerebbe le probabilità di un rialzo fino al limite superiore del canale, a 0,5$. I trader dovrebbero pertanto mantenere le proprie posizioni long.

ETH/USD

Ethereum viene scambiato in un range compreso fra 83$ e 102,5$ sin dal breakdown dal supporto precedente, a 102,2$.

ETH/USD

L'RSI ha formato una divergenza positiva, incrementando le probabilità di un pullback. Qualsiasi tentativo di ripresa incontrerà tuttavia forti resistenze a 102,5$, alla EMA a 20 giorni e a 130,5$.

Se la coppia ETH/USD dovesse invece scivolare sotto gli 83$, il downtrend riprenderà. Il target inferiore si trova a 66$. I trader dovrebbero attendere lo sviluppo di un pattern rialzista prima di procedere con l'apertura di nuove posizioni.

XLM/USD

Stellar sta tentando di ottenere un pullback dai recenti minimi. Il prezzo è riuscito a superare la downtrend line: un attimo di tregua dalla vendita incessante. La ripresa otterrà maggiore forza al superamento di quota 0,13427050$. In alto, la EMA a 20 giorni e il livello a 0,184$ rappresentano duri ostacoli da superare.

XLM/USD

Al contrario, se dopo aver toccato la resistenza superiore la coppia XLM/USD dovesse scivolare sotto quota 0,10488320$, il downtrend potrebbe estendersi fino a 0,08$. Le medie mobili sono in calo e l'RSI è fortemente negativo: il trend della criptovaluta rimane negativo. Consigliamo di attendere la formazione di nuove configurazioni d'acquisto prima di scambiare questa moneta.

EOS/USD

EOS ha superato la downtrend line: l'intensità delle vendite sembra essersi affievolita. Ciononostante il trend rimane ribassista, in quanto entrambe le medie sono in calo e l'RSI è fortemente negativo.

EOS/USD

Se i rialzisti riuscissero a superare anche la resistenza a 2,1733$, il pullback potrebbe estendersi fino alla EMA a 20 giorni, che agirà da forte resistenza. Un'ulteriore impennata verso l'alto potrebbe spingere la coppia EOS/USD a 3,8723$.

Se la prossima ondata di vendite non riuscirà a spingere la moneta sotto quota 1,55$, potremo confermare che è stato finalmente trovato un bottom. In caso contrario, il crollo potrebbe estendersi fino a 1,2$. I trader dovrebbero attendere l'inversione del trend prima di aprire nuove posizioni long.

BCH/USD

Bitcoin Cash è scivolato sotto quota 94$, registrando un nuovo minimo annuale di 92,13$. Questo indica una mancanza di acquirenti persino ai livelli attuali.

BCH/USD

Al momento i rialzisti stanno tentando di spingere ancora una volta la moneta sopra il muro dei 94$. Se dovessero riuscirci, la coppia BCH/USD continuerà ad essere scambiata all'interno di un range compreso fra 92,13$ e 115,61$. Entrambe le medie mobili sono in calo e l'RSI è fortemente negativo, confermando il trend ribassista.

Il primo segnale rialzista sarà il superamento di quota 116$. In questo caso il pullback potrebbe estendersi fino alla EMA a 20 giorni. Nonostante la criptovaluta sia celebre per le proprie impennate verticali, suggeriamo ai trader di attendere il ritorno del desiderio d'acquisto prima procedere con lo scambio di questa moneta.

BSV/USD

Mentre le altre criptovalute tentano di trovare un bottom, Bitcoin SV sta affrontando vendite ai livelli più alti.

BSV/USD

Negli ultimi cinque giorni la coppia BSV/USD ha continuato gradualmente a scendere, fino a raggiungere il limite inferiore del range. Un breakdown da tale intervallo potrebbe portare ad un nuovo test di quota 38,528$.

D'altra parte, se i rialzisti riuscissero ad ottenere un rimbalzo dal bottom del range, la criptovaluta potrebbe ottenere uno slancio fino al limite superiore a 123,98$. Il trading all'interno del range può essere volatile: attenderemo la conferma di un breakout prima di consigliare l'acquisto di questa moneta.

LTC/USD

Negli ultimi cinque giorni Litecoin si è consolidato attorno ai propri minimi. Nonostante il prezzo sia rimasto sopra quota 23,1$, non è riuscito ad ottenere un concreto slancio verso l'alto. Questo mostra una mancanza di acquirenti ai livelli più alti: il trend rimarrà ribassista fino al superamento della downtrend line.

LTC/USD

Il ritorno degli acquirenti verrà segnalato quando la coppia LTC/USD riuscirà a superare la EMA a 20 giorni. L'RSI ha formato una divergenza rialzista: un segnale positivo.

I trader più aggressivi possono attendere la chiusura del prezzo sopra la EMA, per poi aprire nuove posizioni long a breve termine con target a 40$. In tal caso lo stop loss andrebbe piazzato a 23$. È tuttavia consigliabile investire soltanto il 30% delle posizioni abituali, in quanto si tratta di un trade estremamente rischioso. 

Se la criptovaluta dovesse scivolare sotto il supporto a 23,1$, il declino potrebbe estendersi fino a 20$.

TRX/USD

TRON ha formato un triangolo simmetrico, solitamente un continuation pattern. Tuttavia in alcuni casi può anche agire da reversal pattern.

TRX/USD

Se i ribassisti riuscissero a spingere la moneta al di sotto del triangolo, potremmo assistere ad una ripresa del downtrend. Il target di tale pattern si trova a 0,00554133$, con un supporto minore a 0,00844479$ che potrebbe attrarre degli acquisti.

Al contrario, nel caso in cui la coppia TRX/USD riuscisse ad ottenere una chiusura al di sopra del triangolo, il target del pattern si troverebbe invece a 0,02055867$. È tuttavia presente una forte resistenza a 0,0183$.

Se nei prossimi giorni la criptovaluta non otterrà né un breakdown né un breakout dal triangolo, il pattern verrebbe invalidato.

ADA/USD

Cardano si è consolidato attorno ai recenti minimi. Sta attualmente tentando di superare una resistenza a 0,35$, e qualsiasi tentativo di ripresa dovrà anche affrontare il muro della EMA a 20 giorni. Se i rialzisti riuscissero ad oltrepassare anche tale livello, potremmo assistere ad un'impennata fino a 0,456$ e successivamente alla SMA a 20 giorni.

L'RSI sta sviluppando una divergenza positiva, ma il trend rimane negativo. I trader dovrebbero attendere una ripresa dei prezzi prima di procedere con l'acquisto.

ADA/USD

Se al contrario la coppia ADA/USD dovesse scivolare sotto i 0,027237$, il downtrend riprenderà. In basso, il prossimo supporto si trova a 0,025954$. Non troviamo alcuna configurazione d'acquisto affidabile, e pertanto sconsigliamo lo scambio di questa moneta.

I dati di mercato sono stati forniti dalla piattaforma di exchange HitBTC. I grafici per le analisi sono stati forniti da TradingView.