Il broker interdealer TP ICAP venderà i future sul Bitcoin del CME

Stando a quanto riportato il 17 giugno da Bloomberg, il broker interdealer britannico TP ICAP venderà i future sul Bitcoin (BTC) del Chicago Mercantile Exchange (CME).

Con la prossima scadenza dei future BTC del Chicago Board Options Exchange, per i quali non è stato annunciato alcun rinnovo, i derivati finanziari del CME potrebbero rimanere gli unici future BTC presenti sul mercato.

TP ICAP also reportedly expects to add non-deliverable forwards tied to the largest cryptocurrency, and then plans to open desks in Asia and the United States. Bloomberg claims that the company took the decision due to a decrease of its core business model:

TP ICAP sta inoltre valutando di aggiungere dei contratti forward non consegnabili legati alla criptovaluta più famosa al mondo, e ha in programma di aprire dei desk in Asia e negli Stati Uniti. Bloomberg sostiene che la decisione della compagnia nasce da una riduzione del suo modello di business principale:

"I broker interdealer si sono tradizionalmente affidati alla gestione dei trade per conto delle banche, ma i loro volumi si sono ridotti in seguito alla crisi finanziaria. Un profit warning dello scorso anno ha cancellato il 36% dal valore di mercato di TP ICAP in un solo giorno. Da allora ha riacquistato circa il 10%, tornando a 1,6 miliardi di sterline. "

L'autore del rapporto sottolinea che, per accedere a Bitcoin attraverso i servizi dell'azienda, i clienti devono conformarsi alle normative Know Your Client e antiriciclaggio. Inoltre, TP ICAP sembra intenzionata a considerare anche gli altri asset digitali - come i token le altcoin - al pari degli asset reali. Duncan Trenholme, responsabile del mercato asset digitali dell'azienda, ha illustrato l'interesse dell'azienda nel settore:

"Vogliamo essere vicini a ciò che sta accadendo all'interno di questa nuova asset class, perché riteniamo sia importante investire nelle prime fasi di un mercato in crescita. [...] TP ICAP comprende anche che questa tecnologia potrebbe interferire o influire su altre asset class in cui operiamo attualmente, quindi riteniamo sia importante essere informati. "

Secondo il rapporto finanziario annuale del 2018, nello scorso anno la compagnia ha registrato un fatturato di 1,763 miliardi di sterline.

Come riportato in precedenza da Cointelegraph, il 14 giugno Bitcoin ha superato il milione di indirizzi attivi giornalieri, secondo i dati del sito CoinMetrics.

Un recente articolo di JPMorgan Chase sostiene che il settore Bitcoin è cambiato notevolmente dal 2017, soprattutto se si valuta l'interesse istituzionale.