Secondo un documento, il gigante cinese del mining Bitmain sta costruendo delle strutture negli Stati Uniti

Bitmain, il principale produttore cinese di attrezzature di mining, sarebbe coinvolto nella costruzione dei centri Ant Creek negli Stati Uniti.

Secondo il documento del sito web companies-number.com, il cofondatore di Bitmain Jihan Wu sarebbe l'unica "persona al governo" di Ant Creek LLC, società con sede Tumwater, Washington.

Secondo un articolo del giornale locale Union Bulletin, Ant Creek sta costruendo un "impianto blockchain" nel porto di Walla Walla, a Washington. Secondo il direttore esecutivo del porto Patrick Reay, l'amministrazione portuale ha lavorato con Ant Creek per circa sei mesi per sviluppare la struttura. Se il contratto sarà approvato, Ant Creek affitterà dei terreni entro la fine del 2018 con la possibilità di acquistare 40 acri.

 

Reay ha affermato che gli obiettivi principali della Contea di Walla Walla sono "generare valore fiscale e creare posti di lavoro". I funzionari del porto stimano che il presunto impianto di mining di Bitcoin porterà dai 7 ai 10 milioni di dollari di investimenti privati ​​e dai 15 ai 20 posti di lavoro a tempo pieno.

Come indicato nell'articolo, il fenomeno Blockchain diffuso nelle zone rurali di Washington è rallentato in alcune aree, poiché le piccole città richiedono tempo per soddisfare le massicce quantità di elettricità richieste dalle strutture. Reay ha dichiarato che ciò non è un problema per il porto di Walla Walla, in quanto non è la città a fornire l'energia elettrica.

Al momento, Bitmain non ha confermato il suo coinvolgimento nel progetto Ant Creek.

Alla fine di febbraio, la società di ricerche sugli investimenti Bernstein ha pubblicato un rapporto nel quale sostiene che Bitmain detiene il 70-80% del mercato di miner Bitcoin e ASIC.

A gennaio, Cointelegraph ha riportato che Bitmain starebbe valutando l'opportunità di lanciare nuove operazioni di mining all'estero in seguito alla messa al bando degli exchange in Cina, anche se l'azienda gestisce stabilimenti in Canada già dal 2016.