Coinbase aggiunge il supporto ai bonifici internazionali, ma solo per alcuni clienti

Secondo un post pubblicato sul blog ufficiale di Coinbase il 22 gennaio, gli utenti "a volume elevato" di Coinbase Pro e Prime in Europa e in Asia potranno ora aggiungere fondi sul loro account tramite bonifico bancario internazionale SWIFT, a patto che non provengano da conti bancari statunitensi.

Il post rileva inoltre che "alcuni clienti selezionati di Coinbase Prime avranno accesso ai trading desk over the counter (OTC) statunitensi ed europei e al servizio Coinbase Custody." Coinbase Custody, lanciata a luglio come soluizione per archiviare grosse quantità di criptovalute rivolta ai clienti istituzionali, ha recentemente ottenuto le autorizzazioni necessarie per operare all'interno dello stato di New York.

Secondo l'annuncio, il trading desk OTC - che Coinbase ha lanciato a novembre - consente ai clienti "di eseguire operazioni su grandi volumi con uno slippage minimo sui prezzi".

Nell'ultimo anno, molti dei prodotti entrati sul mercato delle criptovalute sono stati diretti agli istituzionali. A novembre, un'impresa israeliana ha lanciato quella che si definisce come la "prima società di investimenti cripto del paese per gli investitori istituzionali".

Qualche settimana fa, l'exchange di criptovalute Seed CX, una piattaforma con sede a Chicago anch'essa rivolta a clienti istituzionali, ha lanciato un wallet per asset digitali dotato di pagamenti on-chain.

Nella giornata di oggi, il famoso exchange di criptovalute Huobi ha dichiarato di aver intenzione di lanciare la propria stablecoin, come parte della sua roadmap per il 2019.