Coinbase e Circle lanciano USDC, una nuova stablecoin ancorata al dollaro statunitense

Durante la conferenza Money20/20 di Las Vegas, il popolare exchange di criptovalute Coinbase ha annunciato il lancio di USD Coin (USDC), la prima stablecoin utilizzabile sulla piattaforma. La tecnologia alla base di USDC è stata sviluppata grazie ad una collaborazione tra Coinbase e la società specializzata in pagamenti su blockchain Circle.

I clienti di Coinbase residenti nelle giurisdizioni supportate potranno d'ora in avanti acquistare, vendere, inviare e ricevere USDC sia attraverso il portale in rete che utilizzando le applicazioni per AndroidiOS. Il valore della nuova criptovaluta, spiega la compagnia nell'annuncio ufficiale, verrà totalmente supportato da dollari statunitensi, i quali verranno depositati all'interno di conti bancari soggetti a revisioni pubbliche dei bilanci.

Asiff Hirji, Presidente e COO di Coinbase, ha commentato:

"Stiamo distribuendo una stablecoin supportata 1:1 dal dollaro statunitense, totalmente verificata, completamente trasparente. Pensiamo si tratti di un importante passo avanti verso l'innovazione nel settore delle criptovalute".

Una stablecoin è una moneta digitale il cui valore è strettamente legato a quello di un'altra valuta, come il dollaro statunitense appunto, e progettata per minimizzare la volatilità dei prezzi.

La scorsa settimana la controversa stablecoin Tether (USDT) ha improvvisamente perso il proprio ancoraggio al dollaro, raggiungendo per un breve periodo quota 0,91$. Pare che tale instabilità sia stata causata dai presunti problemi di insolvenza di Bitfinex, il cui CEO gestisce anche Tether.

In seguito a tale notizie, il celebre investitore in criptovalute Michael Novogratz ha commentato che USDT dovrebbe garantire maggiore trasparenza riguardo alle proprie operazioni. "Penso che Tether non ha fatto un buon lavoro in termini di trasparenza", aveva infatti affermato l'uomo riferendosi alle attività offshore della compagnia.