Coinbase chiude il conto personale del fondatore del social network Gab

Il conto Coinbase personale di Andrew Torba, fondatore del social network Gab, è stato sospeso. Lo ha annunciato l'account Twitter ufficiale di Gab.com il 4 gennaio.

Come riportato dal blog Breaker, il conto aziendale di Gab su Coinbase era già stato chiuso a dicembre. All'epoca, la fonte sosteneva che uno dei possibili motivi della chiusura del conto potrebbe essere la natura della piattaforma stessa, famosa per essere il social network utilizzato dalle persone bandite dalle piattaforme mainstream per incitamento all'odio.

A ottobre, il New York Times ha menzionato Gab come social network usato dall'autore della strage di Pittsburgh per pubblicare un ultimo messaggio prima di attaccare la sinagoga. Dopo la sparatoria, Torba ha dichiarato che il criminale Pittsburgh non rappresentava l'utenza del sito web.

Gab si descrive sul suo sito web come un "social network che sostiene la libertà di parola, la libertà individuale e il libero flusso di informazioni online. Tutti sono i benvenuti. "

Come segnalato ad aprile da Cointelegraph, anche il conto del negozio di merchandise della famosa piattaforma no-profit WikiLeaks è stato chiuso per via di una violazione dei termini di servizio.

Nel dicembre del 2017, il fondatore di WikiLeaks Julian Assange aveva invitato i donatori a contribuire al sito utilizzando le criptovalute per aggirare il cosiddetto blocco finanziario dei governi nazionali.

A dicembre, il famoso settimanale americano Time ha dedicato un articolo al "potenziale liberatorio" di Bitcoin, attribuendo alla criptovaluta più famosa al mondo la capacità di garantire ai suoi utenti un flusso economico al di fuori della portata oppressiva dei governi.

L'autore dell'articolo del Time sostiene che "la speculazione, le frodi e l'avidità nell'industria di criptovaluteblockchain hanno oscurato il potenziale reale e liberatorio dell'invenzione di Satoshi Nakamoto".