Partnership tra Travala e il colosso Booking.com per i pagamenti in criptovaluta

Travala, un servizio che consente ai suoi utenti di pagare per soggiorni in hotel tramite criptovalute, permetterà ora di prenotare qualsiasi hotel disponibile su Booking.com.

In un comunicato stampa pubblicato il 25 novembre, la società ha annunciato di aver già integrato gli hotel presenti su Booking all'interno della sua piattaforma. La nuova funzionalità consentirà agli utenti di prenotare alberghi in 90.000 destinazioni diverse utilizzando le criptovalute.

I clienti di Travala possono pagare utilizzando il token AVA o scegliere tra le venti criptovalute supportate: Bitcoin (BTC), Ether (ETH), Dash (DASH), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC), EOS, Stellar (XLM), Cardano (ADA), Binance Chain (BNB), Monero (XMR), Tron (TRX), XRP eDai (DAI). Il CEO dell'azienda Matt Luczynski ha commentato:

"Questa partnership consente ai nostri utenti di accedere alle offerte di Booking.com, nonché a quelle di numerosi altri noti servizi di viaggi, il che rappresenta un'opportunità fantastica per il nostro token AVA, e un altro enorme passo verso l'adozione di massa delle criptovalute."

Sempre il 25 novembre, Travala ha annunciato che il suo token nativo è stato quotato sull'exchange decentralizzato Binance DEX, dove può essere scambiato per Binance Coin.

Criptovalute e settore turistico

Molte compagnie di viaggi e turismo in tutto il mondo hanno iniziato ad accettare i pagamenti in criptovaluta. A inizio novembre, Alternative Airlines, una società di viaggi con sede nel Regno Unito, ha stretto una partnership con il servizio Utrust per permettere ai suoi clienti di pagare utilizzando le valute digitali.

Questa estate, i cofondatori della compagnia aerea scandinava Norwegian Air hanno annunciato di voler lanciare il proprio exchange di criptovalute, che più tardi permetterà all'azienda di accettare le criptovalute come mezzo di pagamento.