Vi raccontiamo Crypto Coinference 2018: una giornata dedicata alla blockchain in Italia

Abbiamo partecipato a Crypto Coinference 2018, prima edizione di una conferenza tutta italiana dedicata a criptovalute e blockchain. L’evento, tenutosi presso un hotel di Milano, è stato ideato con l’obiettivo di offrire ai partecipanti una giornata di formazione e networking. 

Francesco Redaelli, che insieme a Federico Lagni ha ideato e dato vita all’evento, ha dichiarato: “in questa prima edizione nazionale, riunire tutti i più importanti profili di settore si è rivelato fondamentale e vincente, offrendo un altissimo valore aggiunto, espresso anche dalla partecipazione attiva di Binance Malta. Ospitare ufficialmente per la prima volta in Italia, ed essere ripresi da uno dei player tra i più importanti a livello globale, dimostra quanto il mercato Italiano sia tra i più rilevanti nel panorama Europeo ed Internazionale. La stessa qualità si è rispecchiata nella platea dei 350 partecipanti e delle nuove aziende, che hanno raccontato la loro storia e preso attivamente parte all’evento nelle loro varie forme. Tutto questo, unito alla fase di transizione e cambiamento che il settore sta attraversando, ci fa onore e fa solo ben sperare per gli ulteriori spunti che svilupperemo nelle prossime edizioni che presto annunceremo.

Come nel caso di Heroes Maratea, abbiamo deciso di raccontarvi l’evento e l’atmosfera che si respirava.

Speaker esperti, opinioni diverse

Sul palco della sala conferenze abbiamo ascoltato racconti e opinioni dei principali esperti italiani del settore, come Gian Luca Comandini e Giacomo Zucco, nonché le voci di prominenti rappresentati del mondo imprenditoriale del nostro paese, come Andrea Medri (The Rock Trading), ed internazionale, grazie alla partecipazione di Mariana Gospodinova, COO & Head of Operations di Binance Malta.

Il tema imprenditoriale è stato, ovviamente, tra i più caldi. Abbiamo ascoltate le testimonianze di chi gestisce un exchange di criptovalute con sede in Italia, ma anche di chi si appresta a farlo. Durante lo speech di Fusetti (Aidcoin), abbiamo avuto modo di apprezzare il lato pratico delle criptovalute come strumento per aumentare la trasparenza e l’efficienza nel mondo charity. 

Molto interessante è stato anche il parere di Giorgio D’Amico, Dottore Commercialista, che ha analizzato la normativa generale e le prese di posizione dell’Agenzia delle Entrate e delle autorità comunitarie, cercando di chiarire gli attuali obblighi di investitori, traders e miners operanti in Italia.

Gli interventi, sempre seguiti da uno spazio dedicato alle domande, hanno abbracciato tematiche relative agli aspetti tecnici, giuridici, legali, imprenditoriali e persino filosofici della tecnologia blockchain e dell’universo delle criptovalute.

Ad arricchire la conversazione sono state anche le voci di rappresentati del mondo istituzionale, come il colonnello Ivan Bixio, Comandante del Gruppo Guardia di Finanza di Genova, e del mondo accademico, grazie alla presenza di ricercatori della SDA Bocconi School of Management e di studenti provenienti da varie città italiane.

I temi più interessanti, inizialmente introdotti dagli speaker, hanno poi animato l’intera giornata, divenendo oggetto di conversazione, e talvolta dibattito, nei momenti dedicati al riposo ed al ristoro.

Lontani da falsi esperti e leoni da tastiera

Decidere di partecipare ad una conferenza di questo tipo è un’esperienza che consigliamo a tutti gli appassionati o ai curiosi del settore.

Certo, non è facile scegliere la conferenza giusta. Molti eventi finiscono per diventare sterili occasioni di speculazione, dando voce a presunti esperti che nulla possono insegnare alla platea di ascoltatori. Per evitare di sbagliare è sufficiente informarsi a dovere su chi siano gli speaker dell’evento. Fate accurate ricerche e scoprite quali conoscenze ed esperienze potranno  trasmettervi.

Una volta scelta la giusta conferenza, o il giusto meet-up, potrete respirare il senso di community che aleggia intorno alla scena italiana di appassionati ed esperti blockchain.

Essendo un settore ancora ristretto, è facile stringere contatti ed amicizie utili e stimolanti. Gli strumenti digitali come social network e app di messaggistica istantanea sono un ottimo metodo per tenersi sempre aggiornati e scambiare opinioni con gli altri utenti, ma, allo stesso tempo, offrono diversi svantaggi.

Pensiamo ai leoni da tastiera dalla critica facile, ai presunti guru del trading che propinano ricche analisi tecniche degne dei migliori autori fantasy, o ancora ai perenni disfattisti che, pur non avendo vissuto alcuna esperienza nel settore, sanno già che è inutile provarci.

Uscire dalla rete e vivere un’esperienza di questo tipo è un ottimo modo di approfondire la propria passione o saziare la propria curiosità, ampliando le proprie visioni e nutrendo al contempo la propria rete di contatti.

Crypto Coinference 2018 è stata, nel complesso, una conferenza di successo. Siamo convinti che, pur se per un solo giorno, riunire la community sia un ottimo mezzo per accelerare lo sviluppo della scena blockchain italiana. Ed è proprio per questo motivo che, oltre a invitarvi a partecipare personalmente, cercheremo di raccontarvi tutti i principali eventi del nostro paese.