Mercati delle criptovalute in rosso, arrivano i primi segnali di volatilità

I mercati delle criptovalute registrano la prima variazione significativa dopo un periodo di estrema stabilità: praticamente tutte le criptovalute principali sono in rosso, con perdite che arrivano fino al 6%, come mostrano i dati di Coin360.

Market visualization by Coin360

Grafico fornito da Coin360

Il Bitcoin (BTC) è scambiato a 6.352$, circa il 2% in meno rispetto a ieri, secondo i dati di CoinMarketCap. Dopo una settimana completamente calma, oggi la moneta ha registrato un crollo vertiginoso, passando da quota 6.480$ a 6.350$ nel giro di qualche ora.

Poco tempo fa, il Bitcoin aveva raggiunto un livello di volatilità record, che non era così basso da metà 2017. Il trend è continuato nelle ultime settimane, fatta eccezione per il breve rialzo del 15 ottobre.

La volatilità è diventato il tema centrale della comunità crypto di Twitter, che ha subito sottolineato come il Bitcoin sia sia quasi guadagnato lo status di stablecoin. Il 24 ottobre, il Senior market analyst di eToro Mati Greenspan ha commentato scherzosamente: "Hey campioni dei mercati, ditemi ancora che il Bitcoin non è una riserva di valore stabile a causa della sua estrema volatilità!".

Rispetto alla settimana scorsa, la criptovaluta è ora in ribasso del 2,7%, mentre le perdite su base mensile ammontano al 3,4%.

Bitcoin 7-day price chart

Grafico settimanale del Bitcoin. Fonte: CoinMarketCap

Simile la situazione di Ethereum (ETH), che secondo CoinMarketCap perde il 3% rispetto a ieri, finendo a quota 198$.

Ciò fa segnare all'altcoin un -3,8% sul grafico settimanale e un -14,8% su quello mensile.

Ethereum 7-day price chart

Grafico settimanale di Ethereum. Fonte: CoinMarketCap

Tutte le monete rimanenti della top ten sono in rosso, ad eccezione per la stablecoin Tether (USDT), che sembra essersi ripresa dai problemi delle scorse settimane.

Le perdite più corpose sono quelle di Litecoin (LTC), in ribasso del 5,2% con una quotazione di 49,22$. Seguono a parimerito EOS (EOS) e Bitcoin Cash (BCH) che perdono il 4,2%, finendo rispettivamente a 5,17$ e 419,22$.

Nel contesto delle prime venti monete, il quadro del mercato è molto simile, con perdite che arrivano al 5%. L'altcoin Monero (XMR) ha perso l'1,1% rispetto alla giornata di ieri, finendo a quota 101,43$.

TRON (TRX) è in ribasso del 4,9% con una quotazione di 0,022$, IOTA (MIOTA) perde il 4,23% finendo a quota 0,456$, mentre Ethereum Classic (ETC) è in ribasso del 4,85%, con un valore di 9,12$.

La capitalizzazione complessiva del mercato si aggira sui 203,6 mld di dollari. Dopo il picco di 211,1 mld raggiunto il 24 ottobre, il mercato si era mantenuto perlopiù sui 210 mld di dollari.

7-day chart of the total market capitalization of all cryptocurrencies

Grafico settimanale della capitalizzazione complessiva del mercato. Fonte: CoinMarketCap