Un exchange decentralizzato ottiene un finanziamento da 15 milioni di dollari, supportato da Huobi e OKCoin

La piattaforma decentralizzata di scambio BHEX Exchange ha concluso un ciclo di finanziamento da 15 milioni di dollari, al quale hanno partecipato anche altri importanti exchange come HuobiOKCoin. Stando a quanto riportato all'interno del comunicato stampa ufficiale, la campagna di raccolta fondi ha suscitato l'interesse di oltre 70 istituzioni.

Oltre alla piattaforma di scambio, nei prossimi giorni BHEX lancerà anche nuovi servizi di custodia e compensazione, che l'azienda afferma essere più sicuri rispetto alla concorrenza grazie alla loro natura trasparente e decentralizzata:

"In particolare, offriremo archiviazione delle transazioni su blockchain, segmentazione fra hot e cold wallet, firme multi-layer e meccanismi di consenso per compensazioni basati sulla community. Le soluzioni da noi offerte consentiranno la gestione e la supervisione distribuita degli asset, permettendo al tempo stesso i pagamenti peer to peer".

Gli exchange decentralizzati diventano di giorno in giorno più popolari, grazie alla maggiore sicurezza per i fondi degli utenti e alla loro struttura più in linea con i concetti alla base delle criptovalute. L'idea di realizzare un exchange decentralizzato non è tuttavia nuova: piattaforme come Waves DEX, BitShares, NXT e CounterParty esistono già da parecchio tempo.

A settembre di quest'anno Huobi Japan Holding, filiale di Huobi Global, ha acquisito una quota di maggioranza in BitTrade, vale a dire uno dei sedici exchange di criptovalute autorizzati in Giappone. I funzionari delle due compagnie pianificano di sviluppare ulteriormente la piattaforma, espandendola a livello globale.

Lo stesso mese OKCoin, società madre dell'exchange OKEx, ha reso disponibili i propri servizi in Argentina. L'azienda pianifica di estendere la piattaforma in tutta l'America Latina: nel prossimo futuro verrà infatti fondata una nuova sede a Buenos Aires, e verrà messo in piedi un team per supportare lo sviluppo delle criptovalute nella regione.