Grayscale, società d’investimento in Bitcoin (BTC) e altcoin, ora ha più asset under management (AUM) del più grande fondo sull’oro al mondo.

Stando ai nuovi dati condivisi dal gestore di fondi, ora Grayscale controlla oltre 60 miliardi di dollari, 1,7 miliardi in più rispetto al fondo sull’oro leader, il SPDR Gold Shares (GLD).

Elogi per Grayscale e gli ETF future

Il prodotto principale di Grayscale, il Grayscale Bitcoin Trust (GBTC), contiene più di 646.000 BTC, che al momento della stesura sono pari a circa 41,75 miliardi di dollari.

Le cifre riaccendono il dibattito su oro contro Bitcoin come riserva di valore e copertura dall’inflazione, mentre l’inflazione travolge gli Stati Uniti e le economie globali.

Mentre l’oro registra prestazioni deludenti rispetto a BTC/USD, l’attrattiva di un’esposizione a Bitcoin non è mai stata più grande.

Grafico del prezzo, riserve e premio di GBTC. Fonte: Coinglass

A un mese dal lancio dei primi exchange-traded fund (ETF) su Bitcoin future, l’analista Eric Balchunas di Bloomberg ha affermato che i volumi sono “enormi.”

Il primo ETF su Bitcoin future approvato negli USA, il ProShares Bitcoin Strategy ETF, si avvicina al 50% del volume delle opzioni in GLD.

“Il volume delle opzioni su $BITO oggi è stato ENORME per un nuovo lancio. Inoltre, sta crescendo rapidamente come si vede dalle medie. Per contesto, ha già raggiunto circa la metà del volume su opzioni di GLD, un traguardo significativo.”

A quanto pare la campagna #DropGold ha funzionato,ha aggiunto l’investitore e analista Kevin Rooke, facendo notare che GBTC, nel frattempo, ha superato GLD in termini di AUD.

Coinvolgimento politico nell’approvazione di un ETF spot

Come segnalato da Cointelegraph, lo stesso GBTC è destinato a trasformarsi in un ETF, previa approvazione normativa negli USA, nell’estate del 2022.

Correlato: Il fondo su Bitcoin future di ProShares è nel top 2% di tutti gli ETF per volume

In un’intervista con CNN questa settimana, il CEO di Grayscale, Michael Sonnenshein, è apparso tranquillo sull’acceso tema dell’approvazione normativa di Bitcoin ETF spot, con la prima decisione prevista per settimana prossima.

Gary Gensler, presidente della Securities and Exchange Commission statunitense, rimane riservato sul potenziale per un momento di svolta.

Tuttavia, ho trovato interessante che questa non è più solo una questione normativa, è diventata una questione politica,” ha spiegato Sonnenshein.

“Nell’ultima settimana, abbiamo visto un appoggio bipartitico per un Bitcoin ETF spot, e i deputati Emmer e Soto hanno presentato una lettera al presidente Gensler chiedendo l'approvazione di un Bitcoin ETF spot, cercando davvero di assicurare che ci siano condizioni di parità per gli investitori nella scelta tra un prodotto basato su future o uno basato su spot.”

Da ottobre, invece, gli ETF su future hanno raccolto critiche da altre fonti istituzionali.

Abbiamo visto l’approvazione del primo ETF basato su Bitcoin future, un momento davvero importante per il nostro settore e qualcosa di cui siamo molto entusiasti,” ha aggiunto.

“Ma come hanno sottolineato molti, forse i costi di rinnovo integrati e alcune delle altre caratteristiche dei prodotti future potrebbero renderli non ottimali per gli investitori in cerca di esposizione a Bitcoin per i propri portafogli.”
Tabella di marcia delle approvazioni di Bitcoin ETF. Fonte: Arcane Research