Dubai userà un sistema Blockchain per tracciare il ciclo vitale dei veicoli

Secondo quanto riportato il 27 febbraio dal quotidiano locale Arabian Business, la Roads and Transport Authority (RTA) di Dubai avrebbe intenzione di lanciare nel 2020 un sistema di gestione del ciclo di vita dei veicoli basato su Blockchain, che fornirebbe ai clienti una storia del loro veicolo "dal produttore fino al cantiere di demolizione".

 

Il progetto, realizzato in connessione con l'iniziativa Dubai 10x, sarebbe capace di registrare la posizione di ogni veicolo in ogni momento del suo ciclo di vita. L'iniziativa prevede di cominciare coprendo tutte le auto di Dubai prima di espandersi a tutte le auto degli Emirati Arabi Uniti (EAU).

 

Dubai 10x è un progetto avviato lo scorso anno al World Government Summit da Sheikh Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, il principe ereditario di Dubai e presidente del Dubai Executive Council. Secondo il suo sito web, l'iniziativa mira ad "abbracciare l'innovazione dirompente come mantra fondamentale delle sue operazioni e a cercare modi per incorporare le sue metodologie in tutti i loro aspetti".

Secondo Mattar Al Tayer, presidente e direttore esecutivo della RTA, questo sistema di gestione del ciclo di vita del veicolo sarà la prima piattaforma governativa al mondo in grado di fornire un record genuino della storia di un veicolo:

 

"La piattaforma offre vantaggi a molte delle parti interessate, tra cui costruttori di automobili, concessionari, enti regolatori, compagnie assicurative, acquirenti, venditori e persino garage, garantendo trasparenza e fiducia nelle transazioni dei veicoli, prevenendo le controversie e riducendo i costi dei servizi. Tiene traccia della proprietà, della vendita e della cronologia degli incidenti per creare sistemi intelligenti e più efficienti per le catene di approvvigionamento. "

Arabian Business riferisce che il progetto vedrà la partecipazione di IBM come consulente per la formulazione strategica e che i futuri partner includeranno "Dubai Customs, Dubai Police, Dubai Department of Economic Development, Emirates Authority For Standardization and Metrology, Emirates ID, e il Ministero degli Interni“.

L'iniziativa è in linea con l'obiettivo di Dubai di diventare il primo governo Blockchain entro il 2020. Ad ottobre dello scorso anno, Dubai ha annunciato che avrebbe rilasciato la propria criptovaluta, emCash, attraverso il governo locale. Sempre ad ottobre, Dubai ha ospitato il suo primo programma statale per la formazione di sviluppatori di Ethereum Blockchain in collaborazione con un'azienda Blockchain di Brooklyn.

However, both Dubai and the United Arab Emirates also released several warnings last fall to the public about the risks of Initial Coin Offerings (ICO) and the use of cryptocurrencies as legal payment, due to their anonymity and potential use for nefarious purposes.

Tuttavia, sia lo Stato di Dubai che gli Emirati Arabi Uniti hanno rilasciato diversi avvertimenti lo scorso autunno per informare il pubblico sui rischi delle Initial Coin Offerings (ICO) e sull'uso di criptovalute come pagamento legale, a causa del loro anonimato e potenziale utilizzo a scopi nefasti.