ICO da record per EOS, 4 mld di dollari raccolti in un anno

Oggi EOS di Block.one terminerà la crowdsale dei suoi token, durata più di un anno, diventando così la più grande Initial Coin Offering (ICO) di sempre, con un totale raccolto di oltre 4 mld di dollari.

La chiusura dell'ICO verrà accompagnata dall'attesissima release del nuovo software, che costituirà un sistema operativo decentralizzato per dapps su larga scala, e farà anche partire la migrazione dei token sui nuovi wallet EOS.

Per EOS si tratta di un avvenimento importante, dato che la criptovaluta è stata più volte oggetto di incertezze riguardo la sua efficacia a lungo termine e la genuinità del valore dei suoi token.

Tra le critiche c'è anche quella del creatore di Dogecoin Jackson Palmer, che ad aprile ha commentato negativamente la release della nuova versione del software:

"... tutta questa gente che è entusiasta del 'lancio di EOS' non capisce non capisce che 'lanciare' significa semplicemente rendere disponibile il codice. Non è stata lanciata nessuna 'rete' sulla quale usare o riscattare i token EOS." Ha anche twittato:

Gli exchange hanno sospeso i depositi e i prelievi di EOS in preparazione della migrazione dei token sulla mainnet. OKEx e Bitfinex hanno entrambi annunciato che tuttavia il trading continuerà normalmente. OKEx ha anche ricordato agli utenti di non depositare EOS nell'exchange durante la sospensione, altrimenti i loro token saranno irrecuperabili.

La confusione sul processo di registrazione dei token ha spinto un membro della comunità a pubblicare una guida sulla generazione di un key pair EOS e su come associarlo all'indirizzo Ethereum contenente i token.

Nonostante le critiche e la confusione, il totale raccolto dalla crowdsale di EOS supera facilmente quello di qualsiasi altra ICO, anche quella di Telegram, che ha raccolto oltre 1,7 mld di dollari.

Nel frattempo, il prezzo del token è rimasto stabile a 12$, dopo aver toccato il massimo di 21$ ad aprile.