Venerdì, il prezzo del token nativo di Ethereum, Ether (ETH), è scivolato a livelli più bassi dopo che la Cina ha intensificato i provvedimenti contro le criptovalute definendo “illegali” le transazioni crypto.

Le istituzioni finanziarie e gli istituti di pagamento non bancari non possono offrire servizi a attività e operazioni legate alle valute virtuali,ha spiegato in un comunicato la Banca Popolare Cinese sul suo sito web, aggiungendo che anche i servizi crypto online offerti ai residenti cinesi da exchange esteri sono “attività finanziarie illegali.

Le offerte per la coppia ETH/USD sono precipitati di oltre il 13,30% toccando i 2.735$. Al massimo locale di questa settimana, i trader hanno pagato 3.346$ per un singolo Ether, ma l’altcoin ha segnato un minimo di 2.651$ dopo che le turbolenze nel settore immobiliare cinese fortemente indebitato hanno colpito i mercati crypto.

Grafico giornaliero di ETH/USD. Fonte: TradingView.com

Anche Bitcoin, la principale criptovaluta, è caduto dal massimo locale di 45.358$ al minimo di 40.936$. Il prezzo di BTC ha perso il 9,38% nella giornata di venerdì, un calo giornaliero significativo ma minore rispetto a quello di Ether nello stesso periodo.

Sembra che i trader abbiano deciso di vendere gli asset digitali che hanno registrato profitti a lungo termine migliori di quelli ottenuti da Bitcoin. Per esempio, nonostante le recenti correzioni, la performance di ETH/USD dall’inizio dell’anno rimane sopra il 280%. Al contrario, i profitti di Bitcoin dall’inizio dell’anno ammontano a poco più del 40%.

ETH/BTC precipita a minimi plurisettimanali

Ether ha anche sottoperformato direttamente contro Bitcoin: la coppia ETH/BTC è tornata a 0,066 BTC per la prima volta da più di tre settimane. Al suo massimo annuale, la coppia ha toccato 0,082 BTC.

Grafico giornaliero di ETH/BTC. Fonte: TradingView.com

Ad ogni modo, i grafici di Ethereum suggeriscono che Ether crescerà più di Bitcoin nelle prossime sessioni. Questo è dovuto principalmente a una Bull Flag nella coppia ETH/BTC, un pattern di continuazione rialzista che emerge quando il prezzo si consolida al ribasso/lateralmente in seguito a un forte trend rialzista.

In genere, una Bull Flag colloca il target di profitto a una distanza pari alla lunghezza del trend rialzista precedente se il prezzo supera il limite superiore del canale. Detto ciò, ETH/BTC potrebbe assistere a un breakout rialzista verso il massimo locale precedente a 0,0824 BTC.

Sussistono i fondamentali rialzisti

Nel frattempo, il token di Ethereum sembra destinato al rialzo per via della sua crescita nel settore emergente della finanza decentralizzata (DeFi). Come già segnalato da Cointelegraph, ad agosto 2021 il valore totale bloccato (TVL) nell’ecosistema delle applicazioni decentralizzate (dApp) ha raggiunto 142 miliardi di dollari, di cui il 68% concentrato sul network di Ethereum.

Correlato: Ethereum forma un doppio massimo? Il prezzo di ETH perde il 12,5% tra le paure legate a Evergrande

Questo assicura una maggiore domanda di token Ether per l’uso degli smart contract sottostanti alle dApp. Inoltre, le previsioni anticipano cali dell’offerta attiva totale mentre gli investitori continuano a bloccare i propri ETH nello smart contract Proof-of-Stake di Ethereum.

Il valore totale in staking nello smart contract PoS di Ethereum è passato da 11.616 ETH a 7,76 milioni di ETH in nove mesi. Fonte: CryptoQuant

Un ulteriore porzione dell’offerta dovrebbe lasciare la circolazione mentre il network di Ethereum continua a bruciare parte dell’emissione giornaliera di 13.000 ETH in seguito all’hard fork London del 5 agosto. Stando a WatchTheBurn, il network ha bruciato 358.616 ETH per un valore superiore a 1 miliardo di dollari.

Le idee e le opinioni espresse in questo articolo appartengono unicamente all’autore e non riflettono necessariamente i punti di vista di Cointelegraph.com. Ogni investimento e operazione di trading comporta dei rischi. Dovresti condurre una ricerca propria quando prendi una decisione.