L'hard fork Constantinople di Ethereum è stata posticipata alla fine di febbraio

L'attivazione dell'hard fork Constantinople della rete Ethereum (ETH) è stata posticipata al prossimo mese. Come confermato su Twitter dal team lead Peter Szilagyi, l'aggiornamento è ora previsto per il blocco numero 7.280.000, che verrà raggiunto approssimativamente in data 27 febbraio.

Questa nuova versione verrà implementata con "una singola fork sul mainnet, e una fork sui testnet per farli tornare al passo con la rete principale a livello di funzioni."

Tale posticipo è stato causato da una grave vulnerabilità, recentemente scoperta nel codice di Constantinople, che consentiva di rubare criptovalute richiedendo ripetutamente fondi ad un contratto intelligente, e fornendo informazioni false sulla quantità di ETH presenti sul proprio saldo.

Con l'aggiornamento Constantinople verranno implementate cinque Ethereum Improvement Proposal (EIP), necessarie per rendere meno brusca la transazione da un algoritmo di consenso Proof-of-Work (PoW) ad uno Proof-of-Stake (PoS), molto più efficiente da un punto di vista energetico.

Nelle ultime settimane numerosi exchange di criptovalute, compresi i principali nomi del settore come CoinbaseKrakenBinanceHuobi e OKEx, hanno confermato il proprio supporto per Constantinople.

Secondo i dati raccolti da CoinMarketCap, al momento della stesura di questo articolo Ethereum ha registrato un ribasso giornaliero dell'1,50%, raggiungendo un valore di circa 121,5$.