Facebook acquisisce i diritti sul marchio "Libra" per la sua presunta criptovaluta

Stando a quanto riportato dal sito di notizie The Block, il famoso social network Facebook avrebbe acquisito i diritti sul marchio "Libra" per lavorare al suo progetto segreto nel settore delle criptovalute.

Una fonte anonima a conoscenza dei fatti ha dichiarato che Facebook sta reclutando varie società finanziarie per sviluppare la propria criptovaluta. Il nome in codice del progetto, che equivale anche al nome del prodotto, pare appunto essere "Libra".

Inoltre, i documenti rilasciati dall'Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti - depositati nel giugno del 2018 - rivelano che la società ha effettivamente acquisito i diritti sul marchio Libra.

Nello specifico, anche se il proprietario del marchio è una società a responsabilità limitata chiamata JLV, l'indirizzo della S.r.l è lo stesso utilizzato da Facebook nelle sue comunicazioni ufficiali.

Secondo il rapporto, l'ex proprietario del marchio era una società del settore crypto che ha cambiato il suo nome in "Lukka".

Come segnalato qualche giorno fa, Facebook sarebbe alla ricerca di investimenti pari a un miliardo di dollari per la sua presunta stablecoin.

Inoltre, secondo un rapporto di Coindesk, il professore del Massachusetts Institute of Technology Christian Catalini sarebbe in congedo proprio per lavorare allo sviluppo della moneta di Facebook.

Un'analisi rilasciata da Cointelegraph il mese scorso analizza il trend delle grandi aziende dell'industria del web che decidono di entrare nel settore delle criptovalute, esaminando le ultime mosse di Facebook, Twitter e Telegram.