Secondo l'organo francese di regolamentazione finanziaria, nel 2018 le truffe con criptovalute sono aumentate del 14.000%

L'Autorité des Marchés Financiers (AMF), l'istituzione che in Francia si occupa di regolamentare i mercati finanziari, ha rilevato nel 2018 un incremento del 14.000% nelle indagini legate al settore delle criptovalute rispetto al 2016.

All'interno del proprio resoconto annuale, pubblicato in data 7 maggio, l'AMF afferma di aver individuato lo scorso anno oltre 2.600 truffe associate alle monete digitali, mentre nel 2016 soltanto 18.

Al tempo stesso, la quantità di offerte fraudolente in rete legate ad altre industrie, come Forex e opzioni binarie, sono notevolmente diminuite. Nel 2016 erano stati infatti identificati 3.768 investimenti sospetti in questo settore, mentre nel 2018 tale cifra si è ridotta a 928.

Fraudulent offers online in forex, diamonds, and cryptos chart. Source: AMF

Offerte fraudolente in rete di Forex, diamanti e criptovalute. AMF

A partire da marzo dello scorso anno, viene sottolineato all'interno del documento, l'AMF ha emesso delle segnalazioni pubbliche contro 118 attori fraudolenti operanti nell'industria delle monete digitali. Questo aprile, l'organo di regolamentazione ha messo in guardia gli investitori da Kuvera France, una compagnia che offriva corsi di formazione e software per il trading di criptovalute.

Lo stesso mese, l'Autorità Belga per i Servizi e i Mercati Finanziari ha aggiornato la propria lista dei portali in rete associati a truffe basate su criptovalute.