Galaxy Digital in rosso di 136 milioni di dollari nei primi tre trimestri del 2018

Galaxy Digital, banca per gli investimenti in criptovalute fondata da Mike Novogratz, ha perso 136 milioni di dollari durante i primi tre trimestri del 2018. Anche il valore azionario dell'azienda è diminuito, raggiungendo questo mese un nuovo minimo storico a seguito di un ribasso del 55%.

Fondata ufficialmente a febbraio di quest'anno, la compagnia ha spiegato che tali perdite sono state principalmente causate dal crollo registrato dalle principali criptovalute, in particolare Bitcoin (BTC), Ripple (XRP) e Ethereum (ETH).

Galaxy Digital ha definito gli scarsi volumi di scambio dei mercati un "vento contrario" verso il successo, assicurando che la piattaforma "continuerà a migliorare e rafforzare il proprio business". L'azienda ha attribuito le recenti perdite anche all'incremento della competizione nel settore dell'arbitraggio.

Questa settimana Novogratz ha previsto che nel 2019 i mercati delle criptovalute otterranno un'inversione, ammettendo al tempo stesso che "questo è stato un anno difficile per Galaxy Digital". L'uomo è certo che, a partire dal primo trimestre del prossimo anno, le grandi istituzioni passeranno da "investire in fondi in criptovalute a investire nelle monete vere e proprie": in tal modo i prezzi "inizieranno nuovamente a muoversi".

A novembre, durante un'intervista con il portale d'informazione britannico Financial News, Novogratz aveva inoltre affermato che in futuro il valore del Bitcoin raggiungerà quota "20.000$ o più".

Per la prima volta nel 2018, in data 14 novembre il prezzo del Bitcoin è sceso sotto i 5.600$. La scorsa settimana i mercati delle criptovalute hanno registrato un ulteriore ribasso, facendo scivolare la moneta sotto il muro dei 4.000$.

Al momento della stesura di questo articolo, Bitcoin viene scambiato per circa 4.239$, in rialzo del 5,24% rispetto alla giornata di ieri. Ciononostante i movimenti settimanali rimangono in negativo di oltre il 6%.