Xolaris lancia un fondo d'investimento basato sul mining di Bitcoin

Xolaris Service KVAG, azienda con sede in Germania, ha lanciato un fondo d'investimento basato sul mining di Bitcoin: la notizia è stata confermata dalla compagnia all'interno di un recente comunicato stampa.

Xolaris, che a luglio di quest'anno ha ampliato le proprie operazioni aprendo una nuova sede a Hong Kong, ha confermato che, nonostante la contrazione dei mercati, la domanda da parte dei clienti per questo genere di prodotti non si è affatto affievolita.

Il fondo richiede un investimento minimo di 250.000€, e prevede un volume d'emissione fra i 30 e i 50 milioni di euro.

"Gli investitori professionisti continuano a richiedere il rilascio di un prodotto regolamentato basato sul settore delle criptovalute", ha affermato Stefan Klaile, Head of Portfolio Management dell'azienda.

Il progetto verrà lanciato in collaborazione con Marc Stehr, proprietario di una remunerativa mining farm in Svezia: parte dei capitali verranno inizialmente spesi proprio per espandere ulteriormente la struttura.

Tale decisione è stata presa poiché Stehr "ha già accesso ad un'infrastruttura di mining operativa", che ha dimostrato in passato di "poter produrre Bitcoin in maniera proficua": questo consentirà di "eliminare parecchi rischi", ha spiegato Klaile.

La recente contrazione del mercato ha avuto un effetto devastante sul settore del mining di criptovalute, spingendo numerose aziende in Cina a vendere i propri dispositivi a prezzi irrisori. La scorsa settimana Giga Watt, operazione di mining con sede negli Stati Uniti, ha dichiarato ufficialmente bancarotta.