Gibilterra lancia un gruppo di consultazione per lo sviluppo di corsi educativi sulla blockchain

Il governo di Gibilterra, in collaborazione con la University of Gibraltar, ha lanciato uno speciale gruppo di consultazione per lo sviluppo di corsi educativi sulla blockchain.

Come riportato dal portale d'informazione Gibraltar Chronicle, al New Technologies in Education (NTiE), questo il nome del progetto, parteciperanno anche numerose aziende tecnologiche con sede nel paese. L'obiettivo dell'iniziativa sarà quello di risolvere il problema della forte domanda di competenze specifiche nel settore blockchain, sia a livello privato che governativo.

Tali corsi, il cui lancio è previsto per fine anno, riceveranno inoltre "contributi significativi" da parte di svariati membri dell'industria, in processo di ottenere una licenza ufficiale dalla Gibraltar Financial Services Commission.

"Offrire accesso a corsi innovativi, con contributi da parte di coloro che utilizzano questa tecnologia nel settore privato, è una componente fondamentale nello sviluppo di una comunità commerciale sostenibile nel settore dei registri distribuiti a Gibilterra". ha affermato Gilbert Licudi, Avvocato della Corona e responsabile della University of Gibraltar.

Grazie a questa iniziativa, i cittadini di Gibilterra potranno pertanto ottenere un Certificato Professionale di Competenza dedicato al settore blockchain:

"Il lancio del gruppo di consultazione NTiE continua a promuovere Gibilterra come un centro per nuove tecnologie, in seguito all'annuncio di gennaio 2018 secondo il quale Gibilterra sarebbe divenuta la prima giurisdizione al mondo a introdurre una legislazione per registri distribuiti".

Il Ministro dell'Educazione John Cortes ha affermato che attualmente soltanto il 27% delle università in tutto il mondo offre corsi legati al settore blockchain; ciononostante metà delle 50 facoltà più importanti del pianeta propone questo genere di studi. Ciò significa che l'interesse nella materia è in continuo aumento.