Tradeshift pensa alle blockchain, dopo un round di finanziamenti da 250 mln di dollari

Tradeshift, società di catene di distribuzione cloud, ha dichiarato che indirizzerà nello sviluppo di tecnologie blockchain il denaro ottenuto dal suo ultimo round di finanziamenti.

Il round di serie E, al quale ha partecipato anche Goldman Sachs, ha raccolto 250 mln di dollari, portando il totale complessivo a 400 mln di dollari.

Tradeshift crede che le blockchain e l'intelligenza artificiale siano delle aree chiave per la crescita industriale, che perseguirà grazie il suo laboratorio di innovazione Frontiers, avviato a gennaio.

"Abbiamo sempre creduto che il futuro delle catene di distribuzione fosse al 100% digitale e che connettere le aree commerciali fosse solo il primo passo verso un'economia connessa in modo digitale", ha dichiarato in un comunicato stampa Christian Lanng, CEO e co-fondatore di Tradeshift:

"Questo investimento ci consentirà di continuare la nostra rapida crescita e di consolidare la nostra leadership. Vogliamo dare il benvenuto ai nostri nuovi investitori Goldman Sachs e PSP Investments, attendiamo con impazienza i loro preziosi contributi mentre entriamo nella nostra prossima fase di crescita."

Si prospetta quindi un'ulteriore integrazione della tecnologia blockchain nel settore delle catene di distribuzione commerciali, cosa che varie importanti società, banche e governi stanno già esaminando.

Qualche settimana fa, un dirigente di Goldman Sachs ha confermato che la compagnia avrebbe presto offerto futures di Bitcoin e altre opzioni di investimento diretto.