Il core developer di Haven Protocol rassicura la comunità: non si tratta di una truffa

In seguito ai timori che la start-up Haven Protocol potesse essere una truffa, uno sviluppatore ha assicurato su Twitter che il progetto è ancora intatto. Alcuni membri della comunità avevano infatti sollevato dei dubbi in merito ai lunghi silenzi e alla mancanza di trasparenza nel codice.

Pare sia stato un messaggio pubblicato su un gruppo di Discord da un presunto collaboratore di Haven ad aver scatenato le prime polemiche. Tale individuo, conosciuto su Twitter con il nome di @CutterNews, aveva scritto:

"Sarò sincero. Considerate questo progetto morto, a meno che non subentri qualche altro sviluppatore. A quanto pare @havendev è l'unica persona che può accedere agli archivi. Gli è già stato chiesto parecchie settimane fa di renderli pubblici, così che altri possano contribuire ed esaminare il codice. Non si è più fatto sentire da allora. Gli è anche stato chiesto di rendere trasparenti le tariffe per gli sviluppatori: niente nemmeno su questo argomento."

Come spiegato all'interno del whitepaper dedicato al progetto, Haven Protocol è una fork della criptovaluta Monero (XMR), e mira a realizzare "un ecosistema formato da svariate monete del prezzo stabile, totalmente decentralizzate e private": una sorta di conto offshore basato su monete digitali.

La controversa dichiarazione di CutterNews è stata successivamente supportata anche da Donjor, un altro collaboratore. Anch'egli ha sottolineato che il core developer di Haven si è opposto all'idea di rendere pubblico il codice, descrivendo tale comportamento "ingiustificatamente assenteista."

Donjor ha persino proposto di realizzare una copia degli archivi e di assumere nuovi talenti, così da strappare il controllo del progetto dalle mani dello sviluppatore principale. "Non lascerò che XHV muoia", ha commentato.

I timori espressi dai due membri del progetto hanno spinto alcune importanti figure della comunità, come il celebre @WhalePanda su Twitter, a mettere in guardia gli investitori riguardo a questa iniziativa potenzialmente fraudolenta.

Poche ore più tardi il core developer di Haven si è finalmente fatto avanti, assicurando che i lavori procedono regolarmente:

"Nonostante l'enorme quantità di FUD, lo sviluppo di Haven continua ad andare avanti. Sebbene io voglia mantenere il codice segreto, effettuerò i preparativi necessari per condividerlo con il resto del team, così da rendere possibile l'assunzione di altri sviluppatori. Continuerò ad aiutare il team in ogni modo possibile."

Con una capitalizzazione di mercato pari a 2,7 milioni di dollari, XHV è attualmente in rosso del 2,65% rispetto alla giornata di ieri.