Il colosso giapponese della finanza SBI Group produrrà chip per il mining di criptovalute

Il colosso giapponese della finanza SBI Group ha annunciato la fondazione di una filiale dedicata alla produzione di chip per il mining di criptovalute.

La compagnia, che ha già lanciato numerosi progetti legati all'industria delle monete digitali, desidera ora espandere la propria influenza anche nel settore del mining con la creazione di SBI Mining Chip Co., Ltd.

"SBI Group promuove attivamente una vasta gamma di business basati sugli asset digitali, comprese attività di exchange per criptovalute e altri progetti legati alla tecnologia blockchain", viene spiegato all'interno del comunicato stampa."SBI Group ha già praticato il mining di criptovalute all'estero, e ha ora deciso di espandere la portata del proprio business sviluppando e producendo autonomamente chip e sistemi per mining."

L'iniziativa verrà guidata da Adam Traidman, imprenditore di Silicon Valley specializzato in semiconduttori e dispositivi elettronici correlati.

"SBI Group promuoverà operazioni di mining efficienti, affidabili e sostenibili, per dare vita ad un mercato per criptovalute solido e sano", afferma infine l'azienda nel proprio annuncio.

Ad oggi SBI ha gestito soltanto il mining di Bitcoin Cash (BCH): l'operazione, guidata da una filiale, è stata avviata lo scorso anno e interrotta pochi mesi dopo.