La FSA del Giappone rilascia una licenza a SBI Ripple Asia per la sua app di pagamenti basata su blockchain

In una dichiarazione ufficiale rilasciata il 26 settembre, la società di servizi finanziari SBI Holdings ha annunciato di aver ottenuto una licenza dai regolatori giapponesi per la sua soluzione di trasferimento di denaro realizzata in collaborazione con Ripple.

SBI Ripple Asia, un'impresa che Ripple sta sviluppando sin dal 2017, ha ora il permesso di gestire i pagamenti elettronici in qualità di "Electronic Settlement Agency Service Provider" in base alla legislazione emessa nel marzo dello scorso anno.

Secondo la dichiarazione di SBI, la sua app per smartphone MoneyTap, che consentirà agli utenti di inviare pagamenti utilizzando una piattaforma basata sulla tecnologia distributed ledger (DLT), è prossima al lancio.

A giugno, SBI Holdings ha lanciato il suo exchange interno VCTRADE, integrando Ripple (XRP) come primo asset supportato e promettendo di aggiungere anche Bitcoin (BTC) in un secondo momento. Qualche giorno fa, SBI Holdings ha annunciato che avrebbe testato la sua "S coin" basata su blockchain per permettere agli utenti di fare acquisti con i loro smartphone.

Il Giappone continua ad affinare la supervisione regolamentare del settore delle criptovalute: la Financial Services Agency (FSA) ha confermato che i nuovi arrivati ​​sul mercato verranno sottoposti a controlli sempre più severi prima di ottenere la licenza necessaria.