Justin Sun rivela un nuovo programma per il meccanismo proof-of-stake di TRON

Justin Sun, fondatore della piattaforma blockchain Tron, ha annunciato un nuovo programma per il meccanismo proof-of-stake TRON (TRX).

In una serie di tweet del 21 settembre, Sun ha messo in evidenza quattro punti chiave nel nuovo programma per il meccanismo proof-of-stake di TRON. In particolare, esso si concentrerà sulle modalità di distribuzione delle entrate derivanti dallo staking e su un maggiore coinvolgimento della comunità.

Sun ha rivelato che la società prenderà in considerazione “una distribuzione equa e decentralizzata delle entrate derivante dallo staking” per aumentare la partecipazione e l'impegno degli utenti tramite lo staking dei player industriali, come exchange, wallet e partner.

Per incoraggiare la comunità ad essere più attiva e garantire un sistema economico più solido, Tron ha inoltre intenzione di aumentare il tasso di stake lungo il network e di ridurre le transazioni di distrubuzione dei dividendi non necessarie:

“#TRON Partner Staking & Vote Reward: per ogni blocco, i 127 nodi più votati (partner TRON) riceveranno premi TRX in proporzione ai voti ottenuti. La ricompensa totale per un blocco è di 160 TRX. Abbiamo ottimizzato il modo in cui gli utenti possono ottenere ritorni dallo staking."

In arrivo un update per il Sun Network

Come precedentemente riportato, Tron dovrebbe presto rilasciare un aggiornamento per il Sun Network, che è stato lanciato ufficialmente l'11 agosto. Il Sun Network è una soluzione di scaling second-layer per la rete Tron pensata per fornire una capacità di scaling "illimitata" al network.

Inoltre, la soluzione dovrebbe consentire alle applicazioni decentralizzate di consumare meno energia e di godere di una maggiore sicurezza.

Ad agosto, Sun ha dichiarato che una delle priorità della compagnia è quella di portare TRX su Coinbase o sulla versione americana di Binance.