Kraken annuncia il supporto per OmiseGO e PAX Gold

Kraken, popolare exchange di criptovalute con sede a San Francisco, ha annunciato il supporto per i token OmiseGO (OMG) e PAX Gold (PAXG).

Come spiegato dall'azienda sul blog ufficiale, a partire da oggi gli utenti della piattaforma potranno depositare, prelevare e scambiare i due asset sopracitati. Kraken offrirà coppie di trading con Bitcoin (BTC) ed Ether (ETH), nonché con valute fiat come euro e dollaro statunitense.

OmiseGO è un network orientato al mondo della finanza e basato sulla blockchain di Ethereum. Al momento della stesura di questo articolo, il valore di OMG è di circa 1,03$, in positivo del 7,37% rispetto alla giornata di ieri.

Questo mese OmiseGO è entrato a far parte della Universal Protocol Alliance, una coalizione di aziende operanti nel settore blockchain e delle criptovalute, al fine di integrare l'utility token Universal Protocol Platform UPT nella propria tecnologia per l'elaborazione dei pagamenti. In tal modo, OmiseGO consentirà di utilizzare le stablecoin UP per il pagamento di servizi finanziari e di tariffe per le transazioni, nonché per la riscossione delle imposte.

PAXG è un token ERC-20 sulla blockchain di Ethereum. Il suo valore è legato a quello dell'oro fisico, e viene attualmente scambiato per circa 1.508$. Ogni token PAXG, sostiene l'azienda, viene supportato da un'oncia troy di oro conservata all'interno di caveau professionali a Londra.

Kraken, uno degli exchange "più onesti" del mercato

Lo scorso mese, il Blockchain Transparency Institute ha pubblicato il suo quinto Resoconto sulla Vigilanza dei Mercati, che verifica i volumi di trading segnalati dagli exchange di criptovalute. Nel documento, l'istituzione sosteneva che Kraken e Coinbase fossero le piattaforme di trading "più oneste" dell'industria.

BTI pubblica questi resoconti sin da agosto dello scorso anno, al fine di individuare i casi di wash trading:

"Sin dall'inizio del 2019, il wash trading globale si è ridotto del 35,7% tra gli exchange nella Top 40. Grazie alla condivisione dei nostri dati con molti di questi exchange, le aziende hanno potuto migliorare i propri meccanismi relativi all'individuazione e all'eliminazione del wash trading."