Brasile: la principale società di brokeraggio del paese lancerà un exchange di bitcoin

Stando a quanto riportato da Bloomberg, la più grande società di brokeraggio del Brasile entrerà nell'industria cripto lanciando un exchange per Bitcoin (BTC) ed Ethereum (ETH).

L'amministratore delegato del Grupo XP Guilherme Benchimol ha rivelato che la società lancerà un exchange chiamato XDEX nei prossimi mesi, con una quarantina di dipendenti. Grupo XP è il più grande gruppo finanziario del Paese e comprende società con vari modelli di business.

Secondo quanto riferito, XP ha l'obiettivo di avere in custodia 1000 mld di real brasiliani (245 mld di dollari) entro il 2020, cifra quattro volte superiore alle previsioni per fine 2018. Inoltre, nei prossimi mesi il gruppo lancerà una nuova banca.

"Devo confessare che questo è un tema che preferirei non dover affrontare", ha ammesso Benchimol, "ma ci siamo sentiti obbligati ad entrare in questo mercato". Ha inoltre osservato che la società è stata spinta ad entrare nell'industria dalla popolarità che le criptovalute hanno tra gli investitori: 3 milioni di brasiliani "hanno un'esposizione" al Bitcoin, mentre quelli che investono nel mercato azionario sono solo 600.000.

Ad aprile, Grupo XP aveva annunciato di voler lanciare un exchange di BTC over-the-counter (OTC) tramite il brand XEDEX, registrato nell'agosto del 2017 sotto il nome di XP COIN INTERMEDIACAO.

Questa settimana, il Consiglio Amministrativo per la Difesa Economica (CADE) del Brasile ha avviato un'indagine su sei importanti banche nazionali in merito a presunte pratiche monopolistiche nel settore cripto. Secondo un rapporto del CADE, "le principali banche stanno imponendo restrizioni o addirittura vietando ... l'accesso al sistema finanziario agli intermediari che operano nel settore delle criptovalute". Le banche sostengono che i conti dei broker sono stati chiusi a causa della mancanza dei dati dei clienti.