Il mining spingerà il prezzo di Bitcoin a 36.000$ entro fine 2019, lo sostiene una nuova ricerca di Fundstrat

Il 10 maggio, Tom Lee ha rivelato una nuova ricerca di Fundstrat Global Advisors, secondo cui Bitcoin raggiungerebbe i 36.000$ entro fine 2019.

Un'analisi della relazione tra costo del mining di Bitcoin e prezzo della moneta, condotta dal Quantamental Strategist di Fundstrat Sam Doctor, ha portato l'agenzia di indagini di mercato a predire che entro il 2020 la criptovaluta avrà un prezzo compreso tra i 20.000$ e i 64.000$.

I calcoli si basano sul rapporto prezzo / mining breakeven (P/BE), che per Doctor si è "dimostrato un livello di supporto molto affidabile".

Tom Lee ha pubblicato un riassunto della ricerca in un post di Twitter: "Ci aspettiamo che nei prossimi anni l'economia del mining crescerà e basandosi sulla media storica di 1,8 del rapporto P/BE, possiamo dire che il prezzo di BTC sarà di circa 36.000$ entro la fine del 2019".

L'analisi è in linea con la previsione di 25.000$ entro fine 2018 recentemente avanzata dallo stesso Lee.

Negli ultimi mesi sia Lee che Fundstrat si sono dimostrati ottimisti riguardo a Bitcoin. Un sondaggio effettuato ad aprile ha rilevato che l'82% degli investitori istituzionali credeva che la criptovaluta avesse già "formato un bottom".

L'indagine conteneva anche una domanda sul prezzo che Bitcoin raggiungerà entro fine anno, al quale la maggior parte degli intervistati ha risposto tra i 10.000$ e i 20.000$.