Il tribunale del distretto di New York stabilisce che la CFTC può bloccare permanentemente una società che si occupa di criptovalute

Secondo quanto riportato il 24 agosto da Bloomberg, la Commodities Futures Trading Commission (CFTC) degli Stati Uniti ha ottenuto, tramite un decreto ingiuntivo, il blocco definitivo del gestore della società CabbageTech Corp. di New York per "frode sfacciata e pericolosa correlata alle criptovalute".

A gennaio, Patrick McDonnell, promotore di criptovalute e operatore di CabbageTech Corp., è stato accusato di "frode e appropriazione indebita correlate ad acquisti e trading di Bitcoin (BTC) e Litecoin (LTC)." In seguito McDonnell ha sostenuto che la CFTC non aveva l'autorità per regolare le sue operazioni commerciali; tuttavia, il giudice del distretto di New York Jack B. Weinstein ha respinto la sua richiesta.

A luglio, Weinstein avrebbe condotto un processo non giudiziario in cui sosteneva che McDonnell gestiva una "boiler room", attirando ingannevolmente gli investitori in diversi stati e contee usando "accuse, false dichiarazioni e appropriazione indebita di fondi". Weinstein ordinò a McDonnell di pagare 290.429$ in risarcimenti e 871-287$ in sanzioni.

Secondo Bloomberg, CabbageTech non era rappresentata da un avvocato, poiché McDonnell sosteneva di non potersi permettere di pagarne uno. inoltre McDonnell ha smesso di presentarsi in tribunale durante i processi.

McDonnell è stato anche coinvolto in un'altra causa della CFTC contro la sua altra società, Coin Drop Markets. Secondo la CFTC, la società avrebbe incassato i soldi dei clienti senza erogare i servizi di consulenza da loro richiesti, per poi chiudere il proprio sito web ed interrompere ogni comunicazione. Inoltre, Coin Drop non era registrata presso la CFTC.

Il mese scorso, il membro del Congresso Bill Huizenga ha affermato che il Congresso dovrebbe autorizzare i regolatori finanziari come la Securities and Exchange Commission (SEC) e la CFTC a regolare il mercato delle criptovalute in conformità con le stesse regole applicate ad altre valute e azioni.

A maggio, il presidente della CFTC Chris Giancarlo ha dichiarato di non prevedere l'arrivo di una legislazione sulle criptovalute a livello federale nel prossimo futuro, sottolineando che gli statuti con cui la CFTC è operativa sono stati scritti nel 1935. Ha aggiunto che per accogliere un'innovazione moderna come il Bitcoin all'interno di termini e schemi instaurati decenni fa ci vorrà del tempo.