Il browser Opera ora consente di effettuare pagamenti diretti in Bitcoin

Il browser Opera ora consente di inviare e ricevere Bitcoin (BTC) direttamente all'interno dell'applicazione, nonché di utilizzare la criptovaluta per l'acquisto di beni e servizi sulle piattaforme di e-commerce.

Charles Hamel, a capo della divisione di Opera dedicata alle criptovalute, ha così commentato il nuovo lancio:

"Crediamo che aprire il nostro browser ad un maggior numero di blockchain, compresa quella di Bitcoin, sia il passo più logico per rendere la nostra soluzione più appetibile per chiunque abbia un wallet di Bitcoin e desidera fare cose con le proprie criptovalute, oltre che tenerle inattive all'interno di un conto."

Le nuove funzioni erano già state implementate questa estate, nella versione beta del browser. La prima criptovaluta ufficialmente supportata da Opera è stata Ether (ETH), aggiunta a febbraio di quest'anno.

Opera e lo sviluppo del Web 3

Negli ultimi mesi, Opera ha implementato molte nuove funzioni relative allo sviluppo del Web 3, il termine utilizzato per indicare la prossima evoluzione del web. L'azienda ha infatti portato a termine svariati progetti legati alla tecnologia blockchain, al calcolo decentralizzato e alle valute digitali.

A giugno la compagnia ha rilasciato Opera Touch, una speciale versione del browser per iOS che supporta nativamente il protocollo Ethereum e le API Web 3 di Ethereum. Questo significa che il software consente di interagire in maniera diretta con le applicazioni decentralizzate di Ethereum e con tutti i token basati sullo standard ERC-20.

Al tempo Hamel aveva commentato:

"Riteniamo che tutti i browser moderni dovrebbero integrare un portafoglio per criptovalute. Questo consentirà a nuovi modelli di business di emergere sul web. Opera è il primo browser a migliorare e semplificare l'utilizzo delle criptovalute sul web. A seguito di una forte domanda da parte della comunità, stiamo rendendo questa esperienza disponibile su iOS."