Sudafrica: trading di criptovalute sulla piattaforma P2P Paxful in crescita, +2.800% rispetto all'anno scorso

Nell'ultimo mese, la piattaforma di trading di criptovaluta peer-to-peer (P2P) Paxful ha registrato il 2.800% di transazioni in più in Sudafrica rispetto a ottobre 2018.

Criptovalute sempre più popolari in Sudafrica

Paxful ha sottolineato la crescita della sua utenza sudafricana in un post pubblicato sul suo blog 28 ottobre. Nel post, la società osserva anche che Johannesburg, Pretoria e Cape Town sono le tre città con il maggior numero di utenti.

La società aggiunge che anche il numero complessivo di transazioni nel continente africano è aumentato del 64% rispetto allo scorso anno. Inoltre, la piattaforma conta ora 3 milioni di wallet, ed elabora oltre 50.000 trade al giorno a livello globale.

Sudafrica come hotspot per il trading di Bitcoin

A gennaio, Paxful ha annunciato che il volume delle transazioni elaborate dall'Africa è aumentato di oltre il 130%, con una media di 17.351 trade al giorno.

Come illustrato da Cointelegraph in un'analisi dedicata pubblicata il mese scorso, l'Africa - principalmente il Sudafrica - sarà probabilmente il prossimo grande mercato per gli exchange di criptovalute.

A giugno, LocalBitcoins, la popolare piattaforma finlandese per il trading P2P di Bitcoin (BTC),  ha rimosso silenziosamente il trading di persona in contanti dal suo servizio, per via delle forti pressioni normative. Nel frattempo, i volumi sulla piattaforma sono diminuiti a vantaggio dei competitor Paxful e HodlHodl che pare stiano assistendo a un aumento della domanda di cash trading.

Questo mese, l'exchange di criptovalute Binance ha lanciato il supporto al trading peer-to-peer di itcoin (BTC), Ether (ETH) e Tether (USDT) in yuan cinesi (CNY).