L'ICO del Praetorian Group potrebbe essere la prima a vendere security registrate

Il Praetorian Group, denominato "Cryptocurrency Real Estate Investment Vehicle" (CREIV), ha depositato presso la Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti la richiesta di registrazione della sua Initial Coin Offering (ICO) del valore di 75 milioni di dollari come offerta di security.

Se la SEC dovesse accettare la registrazione, quella del Praeotorian Group sarà la prima ICO registrata presso la SEC in assoluto.

Nella richiesta viene specificato che ci saranno 200 mln di token PAX sulla Blockchain di Ethereum, ma la compagnia sta registrando solo i 15 mln emessi durante l'ICO. Questi token garantiti da proprietà immobiliari veranno offerti in cambio di 5$ per token, pagabili in Ethereum (ETH), Bitcoin (BTC) Litecoin (LTC), a quelli che la compagnia definisce confusamente come "investitori accreditati".

Secondo la legge degli Stati Uniti, un investitore accreditato è un investitore che possiede un status finanziario ben definito: le security offerte solo agli investitori accreditati possono beneficiare dell'esenzione dalla normativa SEC 506(c), esattamente come è successo per i token offerti dall'app di messaggistica Telegram e dal gigante della fotografia Kodak.

La richiesta fa riferimento all'incertezza della classificazione delle ICO come security, ma aggiunge che sia più "prudente" registrarsi alla SEC in ogni caso:

"Nonostante la nostra convinzione che il token PAX potrebbe non costituire una security, date le incertezze dal punto di vista normativo, pensiamo che sia più prudente considerare il token PAX come security e seguire la procedura di registrazione al fine di ottenere l'approvazione della SEC".

Lo scopo di CREIV è quello di acquistare e sviluppare proprietà residenziali e commerciali sottovalutate o situate in "aree degradate". L'obiettivo del gruppo Praetorian è "investire in aree a basso reddito destinate ad aumentare di valore, infondere criptovaluta in queste aree e finanziare un "programma di supporto" per arricchire la qualità della vita dei residenti".

A febbraio, durante la conferenza sulle criptovalute tenuta da SEC e Commodity Futures Trading Commission (CFTC), il presidente della SEC Jay Clayton ha parlato della necessità di regole più severe per le ICO e ha fatto notare che ogni ICO che la SEC aveva esaminato fino a quel momento è stata considerata una security.